QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Boario Terme: Lele Mora presenta il suo libro. Condanna severa

sabato, 20 luglio 2013

Boario Terme - E’ arrivato puntuale alla presentazione del suo libro, “Lele Mora: la mia verità” a Boario Terme, pallido in volto, ma con il piglio di sempre. Pronto all’attacco e a commentare quella sentenza nel processo Ruby bis che definisce “molto severa”.

Un appuntamento programmato da tempo, che ieri sera è diventato un evento ancor più importante dopo la sentenza di condanna a sette anni nel processo Ruby bis. Lele Mola ha rotto il ghiaccio in modo lapidario: “Mi aspettavo questa condanna totalmente. E’ stata molto severa”. Per Mora la condanna era attesa “dopo aver visto la sentenza del processo Ruby, in quel momento ho capito che la mia condanna non potlele-mora1eva essere inferiore, ma io  non  ho paura, ho grande energia e tanta fede, speranza nel futuro. Prego la Madonna di Medjugorje che piange per me”.

L’ex agente dei  vip sta trascorrendo un periodo di vacanza a Boario Terme. “Ho atteso la sentenza chiuso nella mia camera d’albergo a Boario Terme, non sono voluto tornare in tribunale a Milano”. L’altra notte non ho dormito – ha proseguito – perché pensavo solo a quellaLele-Mora sentenza”.  L’agente dello spettacolo crede comunque nella magistratura e, sostiene, “nel caso di Vallettopoli, i giudici  capiranno che non c’è niente di vero in quello che è stato scritto”.

La serata a Boario Terme è stata anche l’occasione per uno sguardo sul passato:  ”Vado dal’85 ad Arcore – ha detto – e se fossi stato un pappone non sarei mai diventato quello che sono, un agente dello spettacolo così amato rispettato”. E su Silvio Berlusconi ? “Rifarei tutto –  ha aggiunto – è un grande signore, non si è mai permesso di chiedere niente, è sempre stato molto generoso con donne e con uomini, è un gentleman di prima categoria”.

Lele Mora, condannato a 7 anni per il caso Ruby, a margine della presentazione del suo libro ‘Lele Mora: La mia verità’, ha ricostruito il suo rapporto con il Cavaliere, che definisce “un grande amico” anche se “per  rispetto” ci siamo sempre dati del lei. “L’unica leggerezza che ha fatto il presidente? E’ stata quella di essere troppo generoso con tutti”, taglia corto. Alla serata erano presenti un centinaio di persone, dello spettacolo e non.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136