QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Blitz anti droga nelle scuole della Valle Camonica, oggi primi interrogatori dei sette studenti arrestati

lunedì, 27 gennaio 2014

Breno – Inizieranno oggi i primi interrogatori  dei sette studenti arrestati per spaccio di droga. L’operazione dei carabinieri della compagnia di Breno, guidati dal capitano Salvatore Malvaso, contro lo spaccio nelle scuole ha inferto un duro colpo allo spaccio a un istituto della cittadina camuna. Sette studenti sono stati arrestati, denunciati tredici e ben 54 segnalati come assuntori. Il blitz è avvenuto venerdì scorso, quando i carabinieri del comando della compagnia di Breno, hanno arrestato sette persone, di cui sei minorenni, dando esecuzione ad una ordinanza di applicazione di misura cautelare di collocamento in comunità, emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale per i Minorenni di Brescia, su richiesta della relativa Procura della Repubblica. Tutti sono indagati per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti,  tipo hashish,marijuana in una scuola della Valle Camonica.

L’INCHIESTA

L’attività investigativa è iniziata a seguito di un malore da cui era stato colpito uno studente durante le lezioni scolastiche, vicenda che ha permesso ai carabinieri di condurre una meticolosa attività investigativa che,  già a decorrere da aprile 2013, aveva consentito di trarre in arresto quattro persone, due minori e due maggiorenni, fornitori delle sostanze stupefacenti ai minori oggi tratti in arresto che, a loro volta, le rivendevano ad altri studenti.

L’indagine, delegata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Brescia ai Carabinieri della Stazione di Breno e a cui hanno collaborato fattivamente i vertici dell’Istituto d’istruzione, finalizzata alla tutela dei  minori spesso convinti anche da loro coetanei ad iniziare l’assunzione di stupefacenti, ha consentito di accertare che, nella scuola e nelle sue immediate vicinanze, avvenivano non solo le attività di spaccio ma anche, spesso di assunzione.Carabinieri Darfo Boario

Accertati anche episodi di spaccio nelle vicinanze di altre scuole superiori della Valle Camonica. Inoltre, è stato appurato che gli studenti partecipavano a veri  e propri party a base di stupefacenti in case private e luoghi di fortuna.

Durante le indagini sono state eseguite decine di perquisizioni domiciliari, personali e veicolari, sequestrando 2,5 chili di marjuana,  mezzo chili di  hashish e diverse dosi di cocaina, nonché, materiale comprovante l’attività di spaccio (strumenti per il confezionamento, per rendicontare l’attività illecita, strumenti utili per l’assunzione dello stupefacente). Sono al vaglio degli investigatori le posizioni di altri minori residenti in Valle Camonica in relazione ad una loro imminente segnalazione alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136