QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Bike tour dell’Oglio: dal Passo Tonale al Fiume Po in tre giorni

martedì, 8 aprile 2014

Sale Marasino  – Bike Tour  dell’Oglio, dal Tonale al Po. E’ stato presentato nella sede della Comunità Montana del Sebino, il lancio ufficiale dell’evento “Bike Tour dell’Oglio” dal Tonale al Po che partirà il 31 Maggio dalla funivia Ponte – Tonale (a 1.883 metri di quota) per scendere al Lago d’Iseo, quindi proseguire il 1° Giugno attraverso la Franciacorta e il Parco Oglio Nord fino a Quinzano d’Oglio – Bordolano. Il terzo giorno vedrà protagonista il territorio cremonese e mantovano con passaggio nelle campagne e sosta a Tezzoglio, in comune di Bozzolo, per concludere al ponte in barche di Torre d’Oglio - San Matteo delle Chiaviche. (Nella foto una delle recenti gite nell’autunno 2013 dell’Adamello Free Bike)

GLI INTERVENTI  adamello free bike ticino

All’incontro sono intervenuti i rappresentanti del Gal Oglio Po Terre d’Acqua e del Parco Oglio Sud, gli amministratori camuni ed esponenti delle associazioni. Il presidente Giuseppe Torchio ha evidenziato l’impegno del Gal a partire dal 2007 nella predisposizione del Piano Integrato Ambientale “Greenway dell’Oglio” per le quattro provincie di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova. Oggi si valorizza un percorso di circa 300 chilometri, anello di congiunzione del forte e attrezzato sistema delle ciclovie del Centro Nord Europa con il Mediterraneo, attraverso l’asta del Po. L’iniziativa sarà testata da un primo nucleo di 50 ciclisti e gli eventi saranno ripresi in un filmato con il supporto dei Gal Oglio Po e della Valle Camonica attraverso il progetto di cooperazione LANDsARE. Ulteriori informazioni sulla pagina Facebook “Ciclovia del Fiume Oglio”.

Un percorso per il 70% su pista dedicata alle bici a cui manca solo un piccolo tratto per completare l’opera, tratto che riguarda in gran parte la valle Camonica. Anche le associazioni sottolineano l’importanza di avere una pista ciclabile completa in un’area dove a fianco della pista scorre anche la ferrovia che permetterebbe ai ciclisti di usufruire di vari tratti della ciclabile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136