QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bienno: via libera alla fusione con Prestine. La parola passa ora alla Regione

mercoledì, 15 luglio 2015

Bienno – Prosegue l’iter per la fusione di due Comuni della Valle Camonica. Prestine e Bienno – se tutto andrà secondo programma – si uniranno e andranno al voto per l’elezione del nuovo Consiglio comunale nella primavera 2016.

Dopo Prestine anche il Consiglio comunale di Bienno ha approvato all’unanimità la fusione con Prestine. Il sindaco Massimo Maugeri ha elencato i lati positivi dell’unione, in particolare i 200mila euro per 10 anni che arriveranno e l’esenzione dal patto di stabilità per i primi tre anni, oltre a servibienno paesezi comuni, scuolabus e raccolta rifiuti oltre all’isola ecologica, tra Bienno e Prestine. i servizi che vedrà anche per i cittadini di Prestine godere dei prelievi e dei pasti domiciliari, così come dell’isola ecologica, mentre viceversa Bienno usufruirà dello scuolabus. Il gruppo di opposizione, pur favorevole, ha espresso qualche critica sulla gestione dell’iniziativa in particolare sulle scarse informazioni offerte ai residenti.

L’iter passa ora in Regione, sarà indetto un referendum in autunno, poi – se ci sarà la maggioranza favorevole – nella primavera del 2016 saranno indette le elezioni per il nuovo Consiglio comunale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136