QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Bienno, il libro su Luigi Ercoli è il regalo del Comune

domenica, 31 dicembre 2017

Bienno – Tramandare alle nuove generazioni il messaggio di Luigi Ercoli, eroe della Resistenza. E’ apprezzato dalle famiglie di Bienno (Brescia) il libro su Luigi Ercoli, curato da Luigi Mastaglia e stampato dalla tipografia Valgrigna di Esine, che riprende gli atti del convegno del 28 aprile 2017. Poco prima di Natale il libro che ripercorre la vita di Luigi Ercoli, nato a Bienno nel 1919, diplomato geometra, animatore dell’Azione Cattolica, esponente di spicco della Resistenza, partigiano e promotore delle Fiamme Verdi “Tito Speri” in Valle Camonica, morto a Mauthausen il 15 gennaio 1945 era stato presentato ai cittadini del paese camuno e in questi giorni è stato recapitato a tutte le famiglie.

Bienno 04

“Dio, Patria, Famiglia devono essere sempre accompagnate da Fede, Libertà e Pace, sei cose che noi vogliamo ed avremo, costi quel che costi!”, così scriveva Luigi Ercoli dal carcere in una lettera indirizzata alla madre verso la fine del 1944. Nella prefazione del libro in distribuzione alle famiglie di Bienno, il sindaco Massimo Maugeri spiega: “Ai giovani di oggi è importante tramandare le testimonianze, ma soprattutto le esperienze di vita dei giovani di allora, che da eroi misero in pericolo le loro esistenze per dare a chi legge oggi quei fondamenti di Libertà e Pace”.

Nel libro sono presenti illustrazioni e opere sulla Resistenza dell’artista camuno Edoardo Nonelli, e gli interventi di Roberto Ravelli Damioli (Fiamme Verdi Valle Camonica), di Luigi Mastaglia “Per non dimenticare”, quindi “Luigi Ercoli merita una serata come questa” di Francesco Ercoli, “Un biennese da ricordare” di Ottavio Bettoni, vicesindaco di Bienno, “Dio li giudicherà…perdonate con tutto il cuore” di Gabriella Ercoli, pronipote del martire, “Dio, Patria, Famiglia, Fede, Libertà e Pace” di Paolo Franco Comensoli. In conclusione una “preziosa testimonianza” del nipote.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136