QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Bienno /1 Arrestato cacciatore 23enne per l’incendio di Campolaro

martedì, 4 aprile 2017

Bienno – I carabinieri hanno arrestato un 23enne, residente a Bienno (Brescia), per incendio colposo e danni ambientali. Il rogo venne appiccato ai primi di gennaio a Campolaro e si sviluppò nei boschi tra i territori di Bienno ed Esine e vennero distrutti oltre 220 ettari di vegetazione boschiva.

Le indagini dei carabinieri del nucleo forestale, con i colleghi della stazione di Esine e della Compagnia di Breno, guidati dal Maggiore Salvatore Malvaso. Dopo tre mesi di indagini i militari hanno arrestato il 23enne, Oscar Bellicini, di Bienno. Secondo quanto ricostruito dai militari l’incendio aveva come fine l’attività di caccia, anzi di bracconaggio. Infatti senza vegetazione il bracconaggio sarebbe stato più facile.

Nel corso della conferenza stampa, presenti il comandante provinciale dei Carabinieri di Brescia, il colonnello Luciano Magrini, il comandante dei Carabinieri forestali, il tenente colonnello Giuseppe Tedeschi e il comandate della Compagnia di Breno, il maggiore Salvatore Malvaso (nella foto), è stata ricostruita l’attività investigativa che ha portato all’arresto del 23enne. Il giovane aveva pubblicato sul suo profilo facebook le foto dei roghi commentando: “Che schifo l’uomo”. Nessuno poteva immaginare che per quegli stessi incendi a distanza di pochi mesi sarebbe stato accusato proprio lui. Oltre ai reati penali il giovane arrestato dovrà rispondere in sede civile dei danni procurati all’ambiente.Breno capitano Malvaso


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136