QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Berzo Inferiore: violenza sessuale in casa famiglia, condannati due fratelli

martedì, 19 luglio 2016

Berzo Inferiore – Violenza sessuale e riti di iniziazione su ospiti di una casa famiglia a Berzo Inferiore (Brescia), condannati due bresciani. Il processo nei confronti dei fratelli Lecchi si è concluso in tribunale a Brescia e il giudice ha inflitto 6 anni e 6 mesi nei confronti di Pierluca e un anno e sei mesi (pena sospesa) per Francesco.tribunale Brescia

Secondo l’accusa i due avrebbero abusato degli ospiti della comunità, quasi un rito di iniziazione a sfondo sessuale. L’inchiesta è scattata nel 2013 con la denuncia di una ragazza che aveva raccontato agli inquirenti gli episodi avvenuti in comunità, e che lei era rimasta vittima a soli 11 anni. Le persone coinvolte tra il 2006 e il 2013 sarebbero state otto, di cui tre hanno testimoniato durante il processo.

Il Pm Ambrogio Cassiani, a capo dell’indagine, aveva chiesto nell’ultima udienza di giugno una condanna a quattro anni di reclusione per uno dei fratelli e l’assoluzione per l’altro, con però il divieto di avvicinarsi alla comunità. I legali dei due fratelli hanno invece escluso qualsiasi abuso o violenza. Ora i giudici hanno condannato entrambi i fratelli, con una pena maggiore rispetto a quanto chiesto dal Pm.  I giudici hanno inoltre condannato i due fratelli al risarcimento delle ragazze che si sono costituite parte civile: 75mila euro. La sentenza con le motivazioni sarà depositata tra  60 giorni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136