QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Berzo Demo: riprende il processo sull’ex Selca. Il giudice Minazzato sentirà i consulenti di parte

lunedì, 24 ottobre 2016

Berzo Demo – Riprende il processo sull’ex Selca di Berzo Demo al tribunale di Brescia. Oggi è in calendario una delle ultime udienze del processo contro gli ex-amministratori, i fratelli Ivano e Flavio Bettoni, ex titolari della società, fallita nel 2010. I fratelli Bettoni sono accusati di traffico internazionale di rifiuti.

tribunale Brescia

Il giudice Maria Chiara Minazzato sentirà i consulenti della difesa, il consulente di parte civile e il consulente del pubblico ministero Alberto Rossi. L’avvocato di parte civile Francesco Menini che rappresenta il Comune di Berzo Demo e la Comunità montana di Vallecamonica intende dimostrare che non è stata fatta alcuna indagine sui rifiuti sequestrati nel 2004: infatti i  tre campionamenti del nuovo procedimento che riguardano l’indagine sulla commercializzazione con l’australiana Tomago, sono stati dichiarati “inutilizzabili” ai fini del processo per difetti formali.

Nell’ultima udienza il giudice Minazzato  ha ascoltato la deposizione di tre testimoni della difesa, tra cui l’ex dirigente della Regione Lombardia Luigi Mille che ha ripercorso le tappe che portarono la Regione ad autorizzare l’attività di trattamento dei rifiuti a Forno Allione, ribadendo che ai tempi in cui dirigeva il settore rifiuti la Regione aveva autorizzato quanto doveva autorizzare alla luce dei pareri del comitato tecnico regionale e della normativa allora vigente.

Oggi il dibattimento dovrebbe chiudersi, poi ci sarà la richiesta del Pm, quindi il processo si avvierà verso la conclusione. In Valle Camonica la sentenza è attesa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136