QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Berzo Demo, incontro sull’ex Selca e sondaggio per definire lo smaltimento dei rifiuti pericolosi

venerdì, 28 aprile 2017

Berzo Demo – Un piano di smaltimento dei rifiuti nell’area dell’ex Selca di Berzo Demo (Brescia). L’ordinanza del sindaco Giovan Battista Bernadi del 10 aprile scorso che ha imposto – anche sulla base dei dati in possesso del curatore fallimentare dell’ex Selca, Giacomo Ducoli – di smaltire i rifiuti e bonificare l’area per evitare lo sversamento nel fiume Oglio.

ex Selca 0Un nuovo passo avanti è stato fatto ieri con la conferenza dei servizi che ha visto la presenza di amministratori comunali, del curatore fallimentare, dei tecnici Arpa, Asl e degli altri soggetti coinvolti. Il curatore fallimentare – in attesa della sentenza del Consiglio di Stato sulla competenza dello smaltimento dei rifiuti del prossimo 6 luglio – procederà all’individuazione di aziende interessate allo smaltimento dei rifiuti e raccoglierà i preventivi, così da avviare la procedura, privata o pubblica, quando ci sarà il pronunciamento del Consiglio di Stato.

Il sindaco Bernardi è determinato nel risolvere uno dei problemi – quello dell’ex Selca di Berzo – che in tempi non sospetti è stata definita la “terra dei fuochi” della Valle Camonica. Istituzioni (anche nelle scuole della valle, tra cui al Golgi di Breno, si è discusso di questo argomento) e cittadini sono compatti nella battaglia per liberare l’ex area industriale di quei rifiuti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136