QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Berzo Demo, ex Selca: conclusi i lavori di messa in sicurezza. L’assessore Terzi: “Attenzione al territorio”

venerdì, 27 gennaio 2017

Berzo Demo –  Completati i lavori di messa in sicurezza dell’ex Selca di Berzo Demo (Brescia). In mattinata l’assessore regionale all’Ambiente, Claudio Terzi, il sindaco Giovan Battista Bernardi e il tecnico comunale Manolo Bosio hanno illustrato la chiusura dei lavori di messa in sicurezza dell’area ex Selca di Berzo Demo. In attesa del pronunciamento del Consiglio di Stato, l’intervento più importante è la messa in sicurezza dell’area.ex Selca

“Ancora una volta Regione Lombardia ha dimostrato fattivamente l’attenzione verso i territori e la salute dei cittadini lombardi, attraverso uno stanziamento economico di 242mila euro”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile, Claudia Terzi, intervenendo alla Casa delle Culture del Comune di Berzo Demo.

I LAVORI

Le opere hanno riguardato il reimbustamento di 1690 metri cubi di rifiuti che stazionavano nel piazzale antistante la ditta, che sono stati riportati all’interno dei capannoni all’interno di big-bag , e la copertura dei cumuli rimasti all’esterno che ammontano a 2330 metri cubi, tramite appositi teli.ex Selca 0

Il sindaco Giovan Battista Bernardi ha ribadito l’impegno prioritario dell’Amministrazione comunale per risolvere la situazione, tenendo “alta l’attenzione sull’ex area Selca”.  Successivamente il tecnico comunale Manolo Bosio ha illustrato le slides delle opere svolte negli ultimi mesi, con la messa in sicurezza dell’area.

RIDOTTO RISCHIO CONTAMINAZIONE

L’intervento ha ridotto drasticamente il rischio di contaminazione per le polveri aereo disperse per la dissoluzione di inquinanti nell’acqua, in particolare cloruri e cianuri. Inoltre si è ridotto anche il rischio di contaminazione della falda, non essendo più presenti materiali dilavabili in prossimità dei pozzi. “A questo punto – conclude l’assessore Terzi – auspichiamo che il curatore fallimentare, Giacomo Ducoli, proceda rapidamente con il piano di smaltimento dei rifiuti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136