QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Berzo Demo, conclusa la messa in sicurezza dei rifiuti ex Selca. Il sindaco traccia il primo bilancio

giovedì, 12 gennaio 2017

Berzo Demo – La questione ex Selca è al centro del confronto amministrativo a Berzo Demo. Il sindaco Giambattista Bernardi ha indicato il 2017 come l’anno della svolta.

L’Amministrazione comunale ha completato la messa in sicurezza delle scorie pericolose ammucchiate per anni nei piazzali della ditta di Forno Allione. Ora il curatore fallimentare deve trovare le modalità di smaltimento dei materiali depositati. Secondo quanto indicato dal sindaco Bernardi presto saranno rimossi. La messa in sicurezza dei circa 45mila metri cubi di rifiuti presenti nei piazzali dell’ex sito industriale di Selca a Forno Allione è stata ultimata. Il Comune ha utilizzato i 240mila euro messi a disposizione dalla Regione, i rifiuti sono stati coperti con una guaina speciale, che ne impedirà la dispersione nell’ambiente ed il dilavamento nell’acqua. I lavori si sono conclusi da poco. Adesso il Comune chiederà al curatore di smaltire i rifiuti.

Giovanbattista_bernardi Berzo demo

Oltre alla questione ex Selca il sindaco Giambattista Bernardi (nella foto a lato) ha tracciato il bilancio di metà mandato pubblicato sull’informatore “Notizie in Comune” e programmato tre assemblee pubbliche: il 16 gennaio a Demo, il 18 a Monte e il 20 a Berzo. Durante le assemblea traccerà un quadro delle opere in programma nel 2017, in particolare: riqualificazione del tratto di ex statale 42 tra Berzo, Sellero e Cedegolo, sistemazione marciapiedi e nuova rotatoria con la Provinciale 84 su via Valle. Il costo delle tre opere si aggira sul milione e mezzo. Saranno utilizzati i fondi ex Odi. L’altra novità è la gestione dei rifiuti: tra maggio e  giugno sarà introdotta la raccolta puntuale con microchip.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136