QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Autonomia per la Valle Camonica. A Corteno Golgi patto tra sindaci e consiglieri regionali sulla riforma Delrio

giovedì, 7 maggio 2015

Corteno Golgi – Un incontro per discutere sul futuro degli enti locali camuni, con una richiesta a Regione Lombardia e Stato: più autonomia per la Valle Camonica. Da mesi si discute sull’attuazione della riforma Delrio e in Valle Camonica sono stati organizzati incontri sia dalle forze di centrodestra che di centrosinistra per affrontare la questione e avanzare proposte concrete. E così è stato anche ieri sera, nell’incontro promosso da Martino Martinotta, sindaco di Corteno Golgi (Brescia).

Gli amministratori locali camuni si sono confrontati (nella foto) con i consiglieri regionali Angelo Fabio Fanetti ( lista Maroni Presidente), Donatella Martinazzoli (Lega Nord), Corrado Tomasi (Pd), quindi il capogruppo in Regione della lista Maroni presidente, Stefano Bruno Galli.

All’incontro erano presenti anche i sindaci di alcuni Comuni della Valle Camonica ed esponenti di alcune società pubbliche, che hanno ascoltato l’intervento del  consigliere regionale SteCorteno Golgi incontro politicofano Bruno Galli sull’ipotesi di attuazione della legge Delrio.  Una delle strade percorribili è garantire l’autonomia al territorio camuno, sul modello delle province di Sondrio e Belluno. Ciò potrebbe garantire anche una maggiore e migliore capacità d’intervento degli enti locali.

Sulla base di questa proposta i sindaci hanno quindi definito di approntare un documento unitario da parte di tutti i gruppi politici che sarà discusso in occasione dell’Assemblea della Comunità Montana di Vallecamonica in programma lunedì prossimo. Nel documento chiederà l’autonomia per la Vallecamonica.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136