QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Autonomia camuna, domani convegno con amministratori e politici a Breno. Martinazzoli: “Difendere la Valle Camonica”

venerdì, 3 luglio 2015

Breno (Fra. Col.) – Un convegno su un tema attualissimo: l’autonomia camuna. Le prospettive concrete ed il percorso per raggiungere l’autonomia camuna, alla luce della legge di riordino del sistema delle autonomie in attuazione della legge Delrio, approvato martedì scorso dal Consiglio regionale, saranno al centro del convegno, promosso dal consigliere regionale della Lega Nord Donatella Martinazzoli (nella foto).

Titolo del convegno, in programma domani nel salone del BIM di Breno, dalle 9.30 alle 12.30, è: “‪#‎Autonomiacamuna: l’unica via possibile, facciamo chiarezza”. Interverranno amministratori locali e politici, in particolare Pierluigi  Mottinelli, presidente della Provincia di Brescia, i sottosegretari in Regione, Daniele Nava e Ugo Parolo, quindi sono previste le relazmartinazzoli 1ioni del consigliere regionale  Stefano Bruno Galli e dell‘onorevole Davide Caparini. Il convego sarà moderato dalla consigliere regionale Donatella Martinazzoli.

“Nell’ottica di un riordino complessivo degli Enti locali – spiega Donatella  Martinazzoli – il percorso ipotizzato da Regione Lombardia prevede di avviare forme di sperimentazione di autonomia a partire dalla Provincia di Sondrio, a cui con la nuova legge appena approvata, verrà attribuita la gestione del demanio idrico, compreso il rinnovo delle concessioni idroelettriche, la gestione delle cave, la previsione di un bacino autonomo per la gestione dei trasporti pubblici.

Vi sarà inoltre la possibilità concreta di partecipare attivamente alla formazione delle leggi regionali, mentre dal punto di vista fiscale la vera rivoluzione sarà l’attuazione del principio che le risorse del territorio e le tasse pagate restano a totale disposizione della comunità che le ha generate”. “Scopo del convegno – continua – è quindi quello di comprendere come la Valle Camonica possa concretamente inserirsi nel percorso riformatore e beneficiare delle prospettive offerte dalla legge regionale, in modo che anche il nostro territorio abbia la possibilità di vedere riconosciute le proprie specificità”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136