QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Associazioni bresciane del trasporto all’incontro con Prefetto e Questore: consegnato il documento, sabato la manifestazione

mercoledì, 15 marzo 2017

Brescia – Questa mattina le associazioni bresciane del trasporto (F.A.I., Confartigianato Trasporti, Fita/CNA e Associazione Artigiani) hanno incontrato il Viceprefetto di Brescia, Salvatore Pasquariello e il Vicequestore Aggiunto della Polizia di Stato Gonario Antonio Rainone, dirigente della Digos di Brescia, per la Questura.

Per le associazioni erano presenti: per la F.A.I. di Brescia Antonio Petrogalli (Past President) e Giuseppina Mussetola (Segretario Provinciale); per Confartigianato Trasporti Tiziano Frisoni (Presidente); per Fita/Cna Brescia Roberto Tagliaferri (Funzionario Fita/Cna) e per l’Associazione Artigiani di Brescia e Provincia Bortolo Agliardi (Presidente).

Durante l’incontro è stato consegnato al Pasquariello un documento contenente le criticità che interessano il comparto e che non vengono risolte da anni.

Pasquariello ha ascoltato con attenzione le motivazioni dei rappresentanti e ha assicurato i presenti che sarebbe stata premura della Prefettura di Brescia sollecitare i ministeri competenti per le richieste specifiche per evitare un fermo dei trasporti. I Presidenti Petrogalli, Frisoni e Agliardi hanno evidenziato come le problematiche non siamo sorte in questi mesi, ma si protraggano ormai da anni. Come il mondo del trasporto voglia recuperare la dignità che gli spetta perché anche il monoveicolare è un’impresa e di conseguenza la categoria deve essere tutelata.

La scelta di fare la manifestazione di sabato vuole essere un atto di profondo rispetto e di coscienza per non dare fastidio alla realtà produttiva bresciana e per non creare problemi ai cittadini. Le Associazioni bresciane del trasporto hanno infatti aderito alla “Giornata di Mobilitazione dell’Autotrasporto” indetta da Unatras a livello nazionale sabato 18 marzo per far sentire la voce dei trasportatori.

Il comparto bresciano intende quindi effettuare una manifestazione che coinvolgerà tutta la Provincia, con la promessa di creare i minori disagi possibili ai cittadini, ma nell’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica ai problemi della categoria e con la speranza di evitare ben più gravi disagi che scaturirebbero dalla proclamazione del fermo della categoria.

Anche al dott. Rainone è stata esternata la situazione del trasporto e le motivazioni che hanno portato alla manifestazione. Il dott. Rainone ha espresso una comprensibile preoccupazione vista l’importanza dei numeri messi in campo che coinvolgono tutta la provincia di Brescia. Le Associazioni hanno rassicurato il dott. Rainone sulla completa disponibilità a collaborare per la riuscita della giornata, in quanto l’organizzazione prevede che ci siamo dei responsabili di riferimento ad ogni punto di raccolta degli automezzi. Il tutto verrà allestito in maniera da evitare momenti di tensione durante tutto il tragitto.

La manifestazione si concluderà davanti all’Ufficio della Motorizzazione Civile di Brescia di via Grandi n°1, dove alle ore 11 sarà organizzata una tavola rotonda alla presenza dei responsabili delle organizzazioni di categoria e di importanti rappresentanti della Pubblica Amministrazione e delle Istituzioni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136