QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Dopo la tragedia di Ono San Pietro, l’Associazione Dieci: decolla il progetto di Erika Patti

venerdì, 15 maggio 2015

Breno – Primi passi dell’Associazione Dieci - contro la violenza, che aiuterà le donne e i bambini in situazioni di difficoltà, attraverso una serie di iniziative e una rete di collaboratori competenti, e che chiederà il sostegno alle istituzioni.erika patti

Dieci è un’Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro nata il 28 marzo 2015 per volontà di Erica e Omar Patti, mamma e zio di Andrea e Davide, uccisi dal padre nel luglio del 2013, nonostante le 10 denunce per violenza e stalking a suo carico.

Dieci si prefigge di sostenere le famiglie in difficoltà, in particolare modo i bambini e le donne vittime di ogni forma di violenza.

Obiettivo di Dieci è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica ad una riflessione sulla violenza familiare ed extrafamiliare al fine di prevenire tale fenomeno, attraverso la promozione di un vero e proprio cambiamento culturale.

ILLUSTRATO IL PROGETTO

Intervenuti alla presentazione Erica Patti, Omar Patti, Ilenia Vielmi, Antonella Penati. Registrata una lettera inviata dalla Consigliera di Parità della provincia di Brescia Anna Maria Gandolfi e una lettera all’onorevole Ferrante presidente della commissione giustizia della Camera per istituzione della Giornata nazionale contro il figlicidio

Nella sala assemblea del Bim a Breno è stato illustrato il progetto contro la violenza e presentata l’associazione Dieci – contro la violenza  che ha come presidente Erika Patti, la mamma che nel luglio 2013 ha vissuto  il dramma della perdita dei due figli, Andrea e Davide, uccisi nella loro casa a Ono San Pietro, dall’ex marito Pasquale Iacovone. Una tragedia quasi anticipata, visto che Erika Patti aveva presentato 10 denunce di stalking, e che ha fino a quel tragico 13 luglio 2013 aveva visto l’indifferenza delle istituzioni.logo

Alla presentazione dell’associazione erano presenti il sindaco di Ono San Pietro, Elena Broggi, quindi Antonella Penati, mamma di Federico, un bambino di 8 anni, ucciso anche lui dal padre, all’interno di una struttura protetta, e che ha presentato sette denunce per stalking, esperti che sosterranno l’associazione guidata da Erika Patti. Per segnare una svolta ed evitare che ciò possa accadere di nuovo, è stata fondata l’Associazione “Dieci – contro la violenza” che darà aiuto alle donne e ai bambini in situazioni di difficoltà,  darà un supporto con specialisti e collaboratori competenti, per evitare il ripetersi di tragedie come quella di Ono San Pietro.

Presidente dell’Associazione Dieci è  Erika Patti e il fratello Omar è il vice presidente, con la collaborazione di Ilenia Vielmi e Antonella Penati, quest’ultima presidente dell’Associazione Federico nel cuore e responsabile Movimento per l’Infanzia, che ha raccontato di essersi sentita da subito vicina ad Erika Patti nel dolore e di aver sentito la necessità di contattarla. Fa parte dell’associazione o la sosterrà con iniziative e consigli da esperti Maria Serenella Pignotti, medico pediatra, medico legale  e perito forense, che ha illustrato  i dati drammatici della violenza domestica.

L’Associazione Dieci può contare sul sostegno di enti come Regione Lombardia, Comunità Montana di Valle Camonica e Comune di Ono San Pietro nella figura del sindaco Elena Broggi. “Ritengo l’impegno di Erika Patti e della sua famiglia – ha detto il sindaco Elena Broggi – un  atto di coraggio e soprattutto un modo per insegnare alla Valle Camonica che si può reagire a certe situazioni”.

I primi passi dell’Associazione Dieci – contro la violenza sarà quello di sensibilizzare e dare aiuto a persone che vivono il dramma che hanno subito Erika Patti e Antonella Penati.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136