QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Aspettando gli Estremi del vino: sabato a Darfo il primo appuntamento

giovedì, 6 febbraio 2014

Darfo Boario - Sabato 8 febbraio, dalle 17 alle 22, nella Chiesetta dell’Ex Conventone in Via Quarteroni 10 a Darfo Boario Terme, si terrà il primo appuntamento di Aspettando gli Estremi del Vino, un ciclo di tre degustazioni e presentazioni di vini considerati estremi per ragioni geografiche, per filosofia di produzione o per il loro essere artigianali. La selezione proposta prevede infatti solo vini prodotti seguendo tecniche di lavorazione etiche e rispettose del prodotto finale e del consumatore.estremi del vino

Aspettando gli Estremi del Vino si articolerà in tre incontri: il primo è quello di Darfo Boario Terme dedicato alle bollicine, dopodiché seguiranno l’appuntamento del mese di marzo in Accademia Tadini a Lovere, con una selezione di produzioni vinicole declinate al femminile; e quello di aprile, nella Chiesa di Sant’Antonio a Breno, che permetterà di approfondire la conoscenza dei vini passiti.

La degustazione di sabato 8 febbraio a Darfo Boario Terme prevede l’assaggio di 13 vini metodo classico di 9 produttori artigianali: Azienda Agricola Faccoli, Azienda Agricola Mattia Filippi, Azienda Agricola I Nadre, Cola Battista, Azienda Agricola Togni Rebaioli, Cortefusia, Agricola Vallecamonica, Cultivar delle Volte, Maso Bergamin.

Il costo della degustazione è di 10 euro, e ci sarà la possibilità di accompagnare i vini con un tagliere di salumi dell’azienda Antichi Sapori Camuni al prezzo di 5 euro. La serata sarà allietata dall’accompagnamento musicale di alcuni musicisti del Conservatorio Luca
Marenzio di Darfo Boario Terme.

Il ciclo Aspettando gli Estremi del Vino è un’anticipazione della seconda attesa edizione de Gli Estremi del Vino, l’evento che nell’estate del 2013 ha portato a Pisogne centinaia di appassionati ed esperti alla scoperta dei vini e delle birre di una quarantina di produttori estremi provenienti da tutte le regioni d’Italia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136