QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Artogne, violenta lite: 39enne tunisino ricoverato a Bergamo

martedì, 23 giugno 2015

Artogne – Violenta lite in mattinata in via Caduti della Resistenza ad Artogne. Ad avere la peggio un 39enne, finito in ospedale. Sul posto sono giunti i medici del 118. A dare l’allarme i residenti della zona.

autoambulanza 118 soccorso misericordiaAttorno alle 11 l’uomo è stato coinvolto in una violenta lite scoppiata in strada. Il motivo? Stando alla prima ricostruzione, alcuni mesi di affitto arretrati per un 39enne cittadino tunisino, accusato da un uomo di Artogne, suo ex padrone di casa. Il padrone di casa chiedeva gli arretrati. Il tunisino è caduto a terra dopo essere stato colpito da un pugno rotolando sulla sede stradale. Intervento dell’ambulanza dei Volontari di Lovere e dell’elisoccorso dall’ospedale di Bergamo. Il 39enne, extracomunitario residente a Gianico, è stato stabilizzato e trasportato all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Sul posto i carabinieri della stazione di Artogne.

In un primo momento le condizioni del 39enne erano state giudicate da codice rosso: all’arrivo a Bergamo invece la situazione è rientrata. Ha riportato contusioni, prognosi non superiore ai 30 giorni.

I carabinieri di Breno hanno raccolto nuovi elementi dopo la lite avvenuta stamattina e che ha visto un 39enne di origine tunisina trasportato in elicottero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. L’uomo sarebbe stato aggredito da un camuno in via Caduti della Resistenza ad Artogne per vicende di affitto. In particolare, il 39enne per diversi mesi non avrebbe pagato il canone di locazione al suo ex padrone di casa. Al vaglio dei militari le dieverse posizioni.

INCIDENTI
Altri incidenti in mattinata a Chiari e Tremosine, in quest’ultima località un centauro di 51 anni è rimasto coinvolto in un incidente stradale sulla Gardesana Occidentale trasportato in ospedale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136