QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Artogne, lite della gelosia in via Gianico: lui finisce in carcere, lei in ospedale

sabato, 6 febbraio 2016

Artogne –  E’ finito in carcere con l’accusa di tentato omicidio un 52enne originario della Romania: presente da almeno dieci anni in Valle Camonica, ha tentato di strangolare la moglie anche lei di origine romena ed è stato fermato dai vicini che – sentendo le urla della donna – si sono precipitati nell’abitazione di via Gianico ad Artogne (Brescia) per evitare un’altra tragedia familiare.

carcere

Sul posto sono intervenuti i medici del 118 e i carabinieri della locale stazione che hanno arrestato il 52enne, manovale, ora rinchiuso nel carcere di Brescia. La donna – 50 anni – è stata invece trasportata all’ospedale di Esine per le medicazioni delle ferite riportate. Infatti l’uomo l’avrebbe afferrata per il collo, provocandole escoriazioni. Sono in corso indagini dei carabinieri per chiarire quanto accaduto e secondo quanto ricostruito finora la lite sarebbe nata per gelosia.

L’uomo avrebbe scaraventato la donna per terra e scaraventata giù dalla scale, poi avrebbe cercato di strangolarla. La famiglia – come hanno ricostruito gli uomini dell’Arma – era ben insertia nella comunità camuna e non aveva mai dati problemi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136