QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Artogne: carabiniere fuori servizio salva pensionato camuno. Operazione antidroga a Darfo

venerdì, 11 settembre 2015

Artogne – Carabiniere salva aspirante suicida. Ad Artogne (Brescia), in una località isolata sulle sponde del fiume Oglio, C.P.R. 70enne, residente in zona, ha tentato il suicidio con l’emissione dei gas di scarico della propria autovettura, collegando con un tubo, il terminale della marmitta con l’abitacolo del mezzo.

Un militare, in servizio presso l’Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Clusone, in licenza, che stava transitando lungo la pista ciclabile adiacente, insospettito dalla presenza del mezzo con il motore acceso, ha controllato la situazione notando la presenza del soggetto dentro la macchina chiusa dall’interno e che non dava segni di reazione ai ripetuti richiami.

A questo punto il militare ha provveduto ad infrangere un vetro e ad estrarre lCarabinieri’aspirante suicida, già privo di sensi, allertando i soccorsi che sono giunti tempestivamente. La persona è stata ricoverata presso l’ospedale di Esine.

OPERAZIONE A DARFO BOARIO

Nella scorsa notte notte a Darfo Boario Terme (Brescia), i militari stazione carabinieri di Artogne, nel corso di un servizio specifico, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per concorso in “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” un 60 enne pensionato ed un 65enne, casalinga.

Durante una perquisizione domiciliare, sono stati trovati trovati in possesso di tre grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina”, 1 grammo circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, grammi 13 circa di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, un bilancino elettronico di precisione, 200 grammi circa di sostanza da taglio, materiale atto al confezionamento, 3 telefoni cellulari e la somma di 310 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio.

I due sono stati condotti innanzi alla autorità giudiziaria che ha convalidato gli arresti disponendo gli arresti domiciliari per entrambe in attesa del processo da tenersi nei prossimi giorni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136