QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica ospiterà i campionati italiani di Corsa Orienteering il 7 e 8 settembre

martedì, 30 luglio 2013

Aprica – La località turistica al confine tra Valtellina e Valle Camonica ospiterà il Campionato Italiano di Corsa Orienteering, in programma il 7 e 8 settembre. L’ultima volta fu a Brinzio (Varese), dieci anni fa, ora tocca all’Aprica. Inedito lo scenario, almeno per l’Orienteering nazionale, che per l’occasione vede inaugurare una nuova area, appositamente cartografata, di circa nove chilometri quadrati. Oltre ottocento, per ogni giornata di gara, gli atleti previsti e suddivisi per categorie.

LA PRESENTAZIONE

Ad aprire la serie degli interventi è stato l’assessore allo Sport regionale, Antonio Rossi. “Oltre a complime14502_540_1958ntarmi con gli organizzatori, ricordo che la Regione Lombardia ha stanziato risorse (un milione di euro ndr.) per l’attività sportiva scolastica. Conosco bene lo sport dell’orienteering, che apprezzo, sia per la valenza educativa che per quella ambientale. Cercherò di essere presente all’evento”.

La FISO era rappresentata dal vicepresidente vicario, Giuseppe Simoni. “Credo che la Valtellina abbia dei posti bellissimi per la pratica del nostro sport e sono molto contento di vedere tanto interesse da parte di istituzioni e mass media”.
Non ha voluto mancare alla presentazione il Presidente di CONI Lombardia, l’ex cestista Pierluigi Marzorati.

IL PERCORSO

L’appuntamento è stato illustrato  da Giuseppe Ceresa, Presidente di FISO Lombardia. “Contiamo di avere circa 1.800 atleti suddivisi nelle due giornate di gara. La nostra regione, dal punto di vista orientistico, sta portando avanti molti progetti di promozione con ERSAF e FederParchi. Siamo molto attivi anche nel mondo scolastico”.
Un ulteriore approfondimento è stato dato dal tecnico Ivano Benini. “Assegneremo il titolo italiano in sedici categorie, oltre ai giovani, agli Élite e poi ai Master. Ringraziamo il Comune di Aprica che metterà a disposizione gli impianti di risalita per portare gli atleti in quota, dove si terrà la gara. Un evento che ha l’ambizione di essere green, mettendo a disposizione ad esempio l’uso di navette dalle città, il non utilizzo dei bicchieri di plastica sul campo gara e un sito Internet certificato ad impatto zero”.
La parola degli atleti lombardi è stata portata da Maria Chiara Crippa (Élite – Polisportiva Besanese). “Avremo il meglio dell’orienteering nazionale. Personalmente devo ammettere che ogni atleta, una volta terminati gli impegni scolastici, inizia a prepararsi per i tricolori, quindi cercheranno tutti di arrivare al massimo della forma. Mi dovrò confrontare con atlete molto quotate, cito per tutte Christine Kirchlecner e Michela Guizzardi. Spero in un podio, anche se sarà difficilissimo”.

I FAVORITI

In palio vi sono ben due titoli italiani, quello sulla Long Distance, e quello a squadre con la prova a Staffetta. I favoriti sono sicuramente i componenti della squadra nazionale, come Mikhail Mamleev, russo naturalizzato italiano, Alessio Tenani, bolognese del GS Forestale, Klaus Schgaruler, altoatesino del GS Gronlait, Roberto Dallavalle, dalla Val di Sole e tesserato GS Monte Giner. Il campione italiano uscente è invece Michele Caraglio (CUS Bologna) vincitore lo scorso anno, a sorpresa, a Foresta Umbra nel Gargano. Altri possibili favoriti sono il compagno di club, Marco Seppi, il duo della Forestale, Emiliano Corona – Daniele Pagliari ed il trentino Manuel Negrello (US Primiero), sempre presente ad alti livelli.
Tra le donne la lotta è tra la campionessa uscente, Christine Kichlechner (SC Merano), Michela Guizzardi (CUS Bologna) e le trentine di Primiero, Carlotta Scalet, Nicole Scalet e Jessica Orler. Tra le lombarde punta al podio Maria Chiara Crippa, di Besana Brianza. Qualche possibile acuto dai lombardi potrebbe arrivare nelle categorie giovanili.

IL TERRENO

Le gare si disputeranno su tracciati che solitamente vede impegnati gli sciatori durante la stagione invernale. La prova si svolge prevalentemente nel bosco, nella zona a sud di Aprica. Il programma prevede per sabato la gara Long nell’area Palabione – Baradello – Magnolta con arrivo in quota, mentre la gara a Staffetta vedrà l’arrivo al limite del paese, nella zona dei Campetti, dove partono anche gli impianti di risalita per le quote alte. L’evento è stato possibile grazie alla collaborazione tra i partner istituzionali quali Regione Lombardia, FISO, Federazione italiana sport Orientamento, e quelli locali come il Comune di Aprica, la Comunità Montana di Tirano, il BIM.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136