QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Aprica, lo spettacolo della Scuola d’Infanzia nella Festa di maggio

sabato, 31 maggio 2014

Aprica -I bambini della Scuola d’Infanzia Anna Camparada di Aprica sono stati protagonisti dello spettacolo nella consueta Festa di maggio. Uno spettacolo di allegria, di tenerezza, di gioia, di fanciullesca vivacità.IMG_6409

Schierati per età sul palco della sala congressi del Centro Direzionale, disciplinatissimi ai comandi delle insegnanti Lilian, Chiara, Alessandra e Greta, hanno rappresentato, cantando belle canzoncine, i quattro elementi: acqua, aria, terra e fuoco, accompagnandoli con gesti coreografici. Con superba letizia (e al massimo qualche piccolo sbadiglio degli altri), i ventidue più grandi hanno poi cantato un altro orecchiabile brano in Inglese, Red Yellow Green Blue, a dimostrazione che sono già un pochino poliglotti.

I ventidue grandi, che da settembre frequenteranno la prima elementare (un numero notevole, che sarà rimpiazzato solo da una quindicina di new entry), hanno anche ricevuto il diploma, per così dire, di fine corso, accompagnato da una feluca messa loro in testa dalle maestre e dall’aiutante improvvisato Bruno Corvi, vicesindaco di Aprica. L’illustre ospite, commosso, ha voluto abbracciare idealmente i quasi cinquanta piccoli, dichiarandosi loro “felice coetaneo”, nel senso che invecchiando si sente diventare bambino come loro.

Al termine della festa ha preso la parola il presidente dell’Associazione Scuola dell’Infanzia Anna Camparada (paritaria dal 2001), Giovanni Cioccarelli, che ha avuto parole di ringraziamento per l’encomiabile lavoro delle insegnati Lilian Monica Negri, Chiara Negri, Alessandra Pagano, Greta Poma e delle ausiliarie (cucina, aiuto cucina e pulizie) Monica Negri e Annalisa Negri. Cioccarelli ha anche accennato ai problemi di finanziamento della scuola e ha ringraziato in tal senso quanti dànno contributi pubblici e soprattutto privati, in primis il generoso parroco Don Augusto Azzalini. Va ricordato che la scuola d’infanzia di Aprica chiude solo il mese di settembre e una settimana a Natale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136