QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Aprica e Corteno: sci gratis per gli under 16, grazie agli enti pubblici

venerdì, 2 dicembre 2016

Aprica – Ci siamo. La pioggia e il caldo degli scorsi giorni hanno messo il bastone fra le ruote agli operatori, ma nelle ultime giornate è iniziato l’inverno e nel weekend si scia nella località delle Orobie Valtellinesi.

Saranno infatti aperti gli impianti del Palabione con la cabinovia, la seggiovia Lago, lo skilift Valletta con le piste Dosso Pasò e lago Palabione e il tappettino con relativa pista.

cioccarelli-martinotta-corvi-0

Gli impianti della Magnolta saranno aperti con la cabinovia e la seggiovia Piana Galli con la pista Piana dei Galli. Lo skipass giornaliero per le giornate di sabato 3 e domenica 4 dicembre sarà acquistabile al prezzo di 20 euro per gli adulti e di 15 euro per i bambini (junior e baby). Altre piste e impianti sono in preparazione per l’apertura al 7 dicembre.

Sci gratis per gli under 16 grazie agli enti pubblici
I camuni hanno adottato l’iniziativa per primi già lo scorso anno, imitati subito dai valtellinesi. Prosegue anche per questa stagione invernale l’iniziativa Skipass Free in Valcamonica, pensata ed attuata già la scorsa stagione dai comuni della Valle e dal relativo Consorzio BIM (Bacino Imbrifero Montano).

Proprio Corteno Golgi, a cavallo tra Valle Camonica e Valtellina, spinse lo scorso anno il sindaco Martino Luigi Martinotta (al centro nella foto sopra tra Carla Cioccarelli e Bruno Corvi)  a proporre e sostenere l’estensione dell’iniziativa prima al comune di Aprica e poi alla Comunità Montana di Tirano, che aderirono. Stessa operazione fu compiuta con alcuni Comuni del Sebino e della Val di Scalve. Impianti coinvolti: Val Palot, Montecampione, Borno, Pontedilegno-Tonale, Aprica-Corteno.

Ogni comune della Valle Camonica versò 1 euro per abitante e altrettanti ne mise il BIM Vallecamonica. La Comunità Montana di Tirano contribuì con 2 euro per i suoi abitanti. Da subito fu proposta l’estensione a tutta la Valtellina e bisogna riconoscere che il BIM Adda, nella persona del suo presidente Carla Cioccarelli sindaco di Aprica, si spese non poco per ottenere il risultato.

Stagione 2016/2017
La doppia iniziativa è proseguita ed è stata confermata anche per la stagione sciistica 2016/17. In Valle Camonica, le adesioni dei ragazzi sono già state raccolte e sono in stampa gli skipass, con qualche giorno di ritardo dovuto all’attesa dell’adesione della Valtellina alla proposta di Skipass Free unico intervallivo, che poi è stata negativa. L’idea proposta prevedeva per quest’anno, infatti, l’estensione della validità degli skipass sia alla Valcamonica che alla provincia di Sondrio per poi arrivare, forti di tale condivisione, al livello regionale. L’operazione e i suoi potenziali sviluppi è, del resto, già stata più volte illustrata anche agli stessi esponenti del governo regionale.

In provincia di Sondrio le cose sono più o meno le stesse, con la conferma dell’iniziativa da parte del BIM Adda presieduto dalla dr.sa Cioccarelli. È stato presentato lo Skipass Free provinciale per giovani fino ai 16 anni residenti in provincia: tutti i nati dopo il primo gennaio 2000 potranno avere la tessera gratuita per gli impianti sciistici della provincia di Sondrio, escluso Livigno. Ogni interessato dovrà compilare la richiesta al Comune di residenza entro il 13 dicembre, consegnando nel contempo una fotografia e 5 euro di cauzione per la key card.

Obiettivo per ora mancato, come detto, lo Skipass Free intervallivo Valchiavenna-Valtellina-Valle Camonica, rispetto alla quale proposta Cioccarelli precisa: “La Valtellina avrà il suo skipass, la Valle Camonica il suo e Aprica tutti e due, avendo aderito ad entrambe le iniziative, che tra loro restano autonome”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136