QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Aprica, 200esimo dell’Arma dei Carabinieri festeggiato nel Concerto di mezza estate

domenica, 27 luglio 2014

Aprica – Ieri è andato in scena con grande successo il più importante evento culturale dell’’estate di Aprica, il Concerto di mezza estate, voluto dall’assessore a Cultura Sport e Turismo di Aprica, il vicesindaco Bruno Corvi.IMG_8262

I protagonisti sono stati l’Orchestra sinfonica Gaetano Donizetti di Gessate, direttore il maestro Pierangelo Pelucchi, composta da professori dell’’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai di Torino, e la Corale Santi Pietro e Paolo di Gessate, direttore il maestro Costante Ronchi. Tre i solisti, applauditissimi: la soprano Gabriella Locatelli, il tenore Diego Cavazzin e il baritono Bruno Rota.

Il programma era composto, nell’ordine, da musiche di Camille Saint-Saëns, Joseph Haydn, Gioachino Rossini fra la Sinfonia e il Finale dal Guglielmo Tell e Pietro Mascagni con diversi brani, tra cui cui la meravigliosa Cavalleria Rusticana. Al termine del concerto, coro e orchestra hanno eseguito insieme l’inno della Benemerita Virgo Fidelis, e Fratelli d’Italia, ripetuto come bis.

Il concerto è stato anche l’occasione per celebrare ad Aprica la ricorrenza dei 200 anni dell’’Arma dei Carabinieri, che – come ha rivelato il sindaco Carla Cioccarelli, alla quale è toccato l’onore-onere del benvenuto ad artisti, militari e pubblico – sono presenti ad Aprica da 154 anni, solo un anno meno dei 155 in provincia di Sondrio. A conclusione del concerto, Cioccarelli e Corvi, a nome dell’’Amministrazione comunale di Aprica, hanno fatto omaggio di due targhe a memoria alla locale stazione dei Carabinieri e al comando provinciale di Sondrio, per la dedizione alla cittadinanza del Comune orobico e alla popolazione della Valtellina.

Hanno ritirato i riconoscimenti il comandante provinciale dei Carabinieri di Sondrio, colonnello Paolo Ferrarese, e il comandante della stazione di Aprica, maresciallo aiutante Maurizio Magnani. Al concerto e alla cerimonia erano presenti il comandante interinale della compagnia Carabinieri di Sondrio, luogotenente Flavio Oberosler, militari in uniforme e rispettive consorti, carabinieri in congedo dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Tirano che si è attivata per invitare tutti i marescialli che negli ultimi cinquant’anni si sono succeduti nel comando della stazione Carabinieri di Aprica. Erano presenti, tra gli altri, i marescialli maggiori Egidio Argiolas, Antonio Mazzucchelli e Mario Tucci, il maresciallo Pio Di Brazzà e il luogotenente Donato Orza, tutti ex comandanti della stazione.

Restando in ambito musicale il santuario di Maria Ausiliatrice sarà il luogo dove si terrà un altro concerto di alto livello, questo voluto dal parroco Don Augusto Azzalini. Sabato 9 agosto si esibirà all’’organo (sfruttando le potenzialità dell’egregio strumento a canne del santuario aprichese) il maestro Luca Solerio. Il concerto avrà inizio alle 21:15 con ingresso libero.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136