QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Approvato emendamento sul Parco Nazionale dello Stelvio: ora la sfida è rilanciarlo e valorizzarlo

giovedì, 19 novembre 2015

Milano – “Questo emendamento e’ frutto di un importante lavoro di squadra, tra Regione Lombardia, che ne aveva gia’ annunciato il testo in Commissione consiliare, e i senatori della nostra regione“. Lo dichiara il sottosegretario di Regione Lombardia ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione alpina (Eusalp),

Quattro motori per l’Europa e Programmazione negoziata Ugo Parolo a proposito dell’approvazione, da parte della Commissione Bilancio del Senato, dell’emendamento – a firma dei senatori Comaroli e Crosio, fatto proprio dai Relatori al provvedimento della Legge di Stabilita’ -, che consente una risoluzione al tema del personale in servizio all’ex Consorzio Parco Nazionale dello Stelvio e il cui percorso il sottosegretario Parolo ha seguito in prima persona.

Il proficuo confronto con il Governo, in particolare con il sottosegretario Bressa, e il supporto dei senatori delle Province Autonome di Trento e di Bolzano, fra tutti il senatore Karl Zeller - prosegue Parolo -, ha dimostrato che, quando i territori fanno squadra, riescono a risolvere i problemi e a portare soluzioni condivise: desidero ringraziare tutti coloro, che, a vario titolo, hanno contribuito a raggiungere questo risultato“.

LOMBARDIA ACCETTA LA SFIDA DELLA GESTIONE
L’obiettivo raggiunto, che ci si augura sia confermato nei successivi passaggi parlamentari, consente, cosi’, di salvaguardare i dipendenti del Parco - spiega il sottosegretario -. Ora e’ piu’ vicina la completa attuazione dell’accordo con le Province Autonome di Trento e di Bolzano per il trasferimento delle funzioni per la gestione della parte lombarda del Parco dello Stelvio. Regione Lombardia, pur nelle difficolta’ che comporta il fatto di essere una Regione a Statuto ordinario, approvera’ in tempi celeri la Legge regionale attuativa, accettando cosi’ la sfida di gestire direttamente il Parco dello Stelvio e assumendo la stessa autonomia, al pari delle confinanti Province autonome di Trento e di Bolzano“.Parco Stelvio

OBIETTIVO E’ RILANCIO E VALORIZZAZIONE PARCO
“Abbiamo di fronte una sfida affascinante – conclude Parolo -. Un’occasione per dimostrare che una gestione piu’ autonoma e vicina al territorio e’ di fatto l’unica possibilita’ per rilanciare le enormi potenzialita’ di un’area di assoluto valore ambientale e paesaggistico come quella del Parco Nazionale dello Stelvio. Un modello di governance snello ed efficace (un direttore al posto di circa 60 persone precedentemente coinvolte a vario titolo), ingenti e aggiuntive risorse finanziarie, il ruolo importante dei Comuni e del territorio, la rinnovata collaborazione con le Province Autonome di Trento e Bolzano saranno i cardini su cui su strutturera’ la nuova azione di valorizzazione del Parco fortemente voluta da Regione Lombardia”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136