QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Approvata risoluzione su Neuropsichiatria NPIA dal Consiglio lombardo, Fanetti: “Più fondi per garantire servizi”

martedì, 11 luglio 2017

Milano – Il Consiglio regionale ha approvato, nella seduta odierna, la risoluzione “Determinazioni in merito alle strutture residenziali, semiresidenziali e ambulatoriali terapeutico e riabilitative dedicate alla neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza”.

Esprimo soddisfazione per l’approvazione della risoluzione 94 – ha dichiarato il consigliere Fabio Fanetti, relatore della risoluzione - e ringrazio il contributo di tutti ed in particolare delle associazioni coinvolte. L’approvazione di questa risoluzione segna un passo fondamentale in quanto le problematiche sulla neuropsichiatria infantile e adolescenza sono complesse e sempre in aumento. Doveroso, quindi, da parte nostra garantire questi servizi alle famiglie con adeguati budget per chi opera nel settore.”

fanettiCon questa risoluzione si chiede al Presidente della Regione e all’Assessore al Welfare, innanzitutto di ridurre la percentuale di ricoveri extra regione, ora attorno al 35%. In secondo luogo di riconsiderare l’attuale sistema di accreditamento contrattualizzazione delle strutture residenziali, semi residenziali e ambulatoriali per la neuropsichiatria infantile e dell’adolescenza (NPIA), incrementando il budget. Infine di istituireentro 90 giorni dall’approvazione definitiva della Risoluzione, un gruppo di lavoro per approfondire le problematiche della NPIA, che coinvolga gli enti gestori e la Commissione Sanità.

Nella nostra Regione è attivo da anni un efficace sistema di Strutture dedicate al NPIA che però attualmente, dato l’elevato bisogno, non riesce più a garantire, per mancanza di disponibilità finanziaria, la presa in carico dei pazienti. Una situazione che ha come conseguenza il ricorso a strutture extraregionali. Vi è quindi la necessità di abbattere gradualmente la percentuale dei ricoveri extra regionali che oltretutto gravano economicamente su Regione Lombardia – conclude Fanetti - e garantire ai pazienti l’inserimento nelle strutture regionale anche per contenere i relativi costi.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136