QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Approvata mozione in Regione sull’IMU per terreni agricoli, Martinazzoli: “Rivedere criteri per Comuni sopra i 281 metri”

martedì, 2 dicembre 2014

Edolo – “Abbiamo chiesto alla Giunta regionale di attivarsi presso il Ministero dell’Economia per rivedere i criteri di esenzione e sospendere il versamento dell’IMU in tutti i Comuni con sede municipale oltre i 281 metri sopra il livello del mare.” Così Donatella Martinazzoli, consigliere regionale della Lega Nord e firmataria del provvedimento interviene a seguito dell’approvazione di una mozione in Consiglio Regionale relativa alle esenzioni IMU per i terreni agricoli collinari e montani.imu tassa spaventa italiani

“Il governo Renzi ha dimostrato scarsa attenzione ai problemi e alla specificità delle aree montane nel momento in cui ha emanato il Decreto Legge 66/2014 che limita le esenzioni IMU per i terreni agricoli. I nuovi criteri vanno a configurare un quadro normativo che può senza dubbio definirsi incerto e discriminatorio per l’agricoltura delle aree collinari e montane. Fra l’atro quei proprietari che erano stati inizialmente esentati dal pagamento dell’IMU, si ritroveranno a dover pagare (entro il 16 dicembre) l’acconto di giugno più il saldo imposta. Regione Lombardia ha negli ultimi anni messo in atto politiche attive per migliorare l’attrattività delle zone montane, anche con notevoli investimenti. Non vorremmo che gli sforzi compiuti a livello regionale, anche attraverso i programmi di cooperazione territoriale e quello di sviluppo rurale, fossero messi a rischio dall’atteggiamento penalizzante del governo centrale.”


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136