QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Apertura domenicale dei siti Unesco, il sindaco Manella soddisfatto: “Vigileremo che gli accordi siano attuati”

domenica, 9 aprile 2017

Capo di Ponte – “Vigileremo”. E’ la parola utilizzata dal sindaco Francesco Manella e dagli amministratori di Capo di Ponte (Brescia) dopo le proteste e gli incontri istituzionali che hanno fatto seguito alla chiusura nei festivi del parco di Naquane. Il provvedimento, adottato dalla Sovrintendenza, di tener chiuso i parchi comunali per carenza di personale aveva scatenato reazioni con missive tra i diversi Enti, incontri al Ministero, con la presenza del ministro Franceschini.

Il sindaco di Capo di Ponte, Francesco Manella, gli operatori turistici, semplici cittadini, ristoratori, membri di associazioni, guide e archeologi avevano denunciato la situazione e i danni per la chiusura del parco Naquane (nella foto una della incisioni rupestri) e manifestato la loro contrarietà alle scelte della Sovrintendenza. Francesco Manella aveva chiesto un impegno e adesso la soluzione è stata trovata con le assunzioni necessarie per aprire tutti i siti Unesco.parco capo di ponte archeologico

Il sindaco Manella, dopo le assunzioni, sottolinea: “Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto e delle opportunità che ci saranno per la Valle Camonica e i turisti. Da parte nostra osserveremo che tutto prosegua nel migliore dei modi, vigileremo che l’intesa sia attuata ora e nei prossimi mesi”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136