QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Anche il territorio bresciano alla giornata di mobilitazione nazionale delle Province per i servizi e la sicurezza dei cittadini

martedì, 16 maggio 2017

Brescia - Il decreto legge, cosiddetto “manovrina”, contiene una serie di norme che riguardano le Province, ma che non rispondono alla inderogabile necessità di garantire le risorse finanziarie e di personale per lo svolgimento delle funzioni attribuite alle stesse dalla legge Delrio. Per questo motivo, dopo le azioni dei mesi scorsi a livello territoriale, su iniziativa di Unione Province Italiane, è stata indetta una Giornata di mobilitazione nazionale, che si svolgerà a Roma giovedì 18 maggio dalle ore 10.30 alle ore 13.30 al Teatro Quirino.

Pierluigi Mottinelli“Anche la Provincia di Brescia, attraverso una sua delegazione, prenderà parte a questa iniziativa – ha dichiarato il presidente Mottinelli – per dare voce a questo profondo disagio. Nei giorni scorsi ho sollecitato i Parlamentari bresciani affinché proponessero gli emendamenti predisposti da UPI sul Decreto Legge n. 50. L’obiettivo – ha proseguito Mottinelli – è quello di incrementare le risorse destinate alle Province, soprattutto per quanto concerne strade e scuole, tenendo anche conto della mancanza di figure professionali, avvenuta dopo la riduzione della spesa del personale del 50% rispetto al 2014. Il Parlamento – ha concluso il Presidente – su questo emendamento gioca un ruolo fondamentale. Il Governo deve intervenire per permettere alle Province di continuare a erogare servizi essenziali. Con questa mobilitazione nazionale, vogliamo portare ancora una volta l’attenzione su questi temi e difendere con forza ciò che le Province sono tenute a garantire ai propri cittadini”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136