QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Alta Valle Camonica: da Monno al Tonale si rafforza la videosorveglianza sulla Statale 42

mercoledì, 9 marzo 2016

Ponte di Legno – Da Monno al Passo Tonale si rafforza il servizio di controlli e sorveglianza mediante le telecamere sulla Statale 42. Obiettivo aumentare il livello di sicurezza e il monitoraggio in Alta Valle Camonica.buche strade Valle camonica 1

Dopo le visite dei ladri in alcuni appartamenti – un fenomeno limitato che ha però infastidito dalignesi e turisti – la Polizia locale dell’Unione Comuni alta Valle Camonica ha avviato un progetto per l’ampliamento del servizio di telesorveglianza.

Le telecamere saranno estese a 35, contro le attuali 16 e  sorveglieranno tutto il territorio. Secondo il comandante della Polizia locale l’Unione Comuni alta Valle Camonica  saranno collocate nei punti sensibili del territorio, con particolare attenzione a fotografare le targhe dei mezzi.

Tutto si inserisce in un progetto avviato tre anni fa e realizzato solo in parte, per la solita mancanza di fondi, ma ora si trasformerà in realtà, grazie al solito bando regionale sulla videosorveglianza 2016, che dovrà essere cofinanziato anche dalle singole Amministrazioni.

polizia locale

L’intervento prevede anche una serie di azioni aggiuntive, quali convenzioni con le altre Unioni di Comuni e con gli enti sovracomunali per lo scambio di professionalità, strumentazioni e mezzi. L’attuale progetto è di posizionare le telecamere al bivio di Monno, alla rotonda Temù e al passo del Tonale, in modo che chiunque passerà in auto venga ripreso sperando che tutto questo sia deterrente per chi commette violazioni alla legge ma anche come strumento utile in caso di ricerche di persone e auto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136