QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Alta Valle Camonica: la conta dei danni del vento e il lento ritorno alla normalità

domenica, 11 gennaio 2015

Passo Tonale – Dopo le forti raffiche di vento che hanno portato in quota vento forte, con raffiche fino a 170 km/h, oggi la situazione è tornata alla normalità, e se si fa la conta dei danni, in particolare nella parte trentina del Tonale, zona Valbiolo e anche al centro fondo che è chiuso dopo l’ondata di ieri. Gli impianti sono ripartiti regolarmente in mattinata sia a Ponte di Legno che al Tonale.

DANNI ALLE MALGHEvigili del fuoico interventi

Tra l’Alta Valle Camonica e la Val di Sole sono state scoperchiate alcuni case, danneggiate malghe e sono stati spezzati i fili dell’alta tensione in alcune zone. Mentre nella zona del Gaver una tromba d’aria ha scoperchiato tre malghe di proprietà pubblica e anche la sede delle Guardie ecologiche. Piante sono cadute su una strada comunale e altri danni a pali della luce che si sono piegati. Interventi dei vigili del fuoco, dei tecnici della ditta incaricata dell’Enel e anche del Comune di Breno con l’assessore ai Lavori Pubblici, Alessandro Panteghini  che ha compiuto un sopralluogo nella zone maggiormente colpite dal forte vento. Pezzi di lamiera del tetto di una malga sono stati trovati a centinaia di metri di distanza.

LE PREVISIONI 

Da oggi le temperature sono tornate a scendere di alcuni gradi e nella prossima notte ci saranno gelate.  Per le neve si dovrà attendere giovedì dove una perturbazione dovrebbe portare deboli nevicate fino a bassa quota.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136