QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

All’Incubatore di Imprese di Cividate Camuno le anticipazioni sul Bando di Regione Lombardia per l’Efficientamento Energetico delle PMI

lunedì, 25 luglio 2016

Cividate Camuno – Si è svolto questa mattina presso la sede dell’Incubatore di Imprese a Cividate Camuno l’incontro informativo relativo al Bando di Regione Lombardia per l’Efficientamento Energetico delle PMI organizzato del Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano.incubatore

Un percorso, quello avviato dal Distretto Energetico e dall’Incubatore di Imprese che intende accompagnare Pubbliche Amministrazioni, Professionisti, Imprese e Cittadinanza verso una cultura del risparmio energetico e di una gestione intelligente dell’energia stessa e che ha visto nel corso degli ultimi mesi la realizzazione di diversi eventi volti proprio a creare cultura in tale ambito.

Dopo i tre incontri organizzati nell’ambito della Fiera della Sostenibilità Alpina oggi, presso la sala conferenza dell’Incubatore di Imprese, il Coordinatore del Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano Ing. Roberto Mondini, il dott. Dino De Simone di Infrastrutture Lombarde, il dott. Giuseppe De Maffeis di Terraria srl e l’Avv. Vincenzo Della Selva, in vista della prossima pubblicazione del bando Regionale, hanno illustrato agli imprenditori e professionisti presenti i risultati del precedente bando e le caratteristiche di quello nuovo.

Dopo una prima introduzione da parte del Coordinatore del Distretto Ing. Mondini, il quale ha ricordato il grande lavoro svolto dal 2014 ad oggi da parte del Distretto Energetico e quindi dalla Comunità Montana di Valle Camonica con il supporto della Comunità Montana del Sebino Bresciano per sviluppare opportunità e servizi alla Pubbliche Amministrazioni, il dott. De Simone della Direzione Energia e Ambiente di Infrastrutture Lombarde S.p.A. società soggetta a Direzione e Coordinamento da parte di Regione Lombardia, ha illustrato il quadro normativo vigente e le opportunità previste per le imprese.

Il PROGRAMMA REGIONALE PER L’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ha seguito un inter articolato che ha visto dapprima l’approvazione della DGR di adesione al Programma Nazionale N. 4256 del 30 ottobre 2013 e a seguire la Trasmissione al Ministero dello Sviluppo Economico in data 30 ottobre 2015, la valutazione da parte di Mise-ENEA in data15 dicembre 2015, il Decreto Ministeriale del 21 dicembre 2015 e la relativa approvazione dei programmi regionali, 14 le Regioni ammesse tra cui la Lombardia.

Il programma per l’efficientamento energetico delle PMI è destinato a le PMI beneficiarie, i consulenti, le associazioni di categoria per svolgere attività relativa alle diagnosi energetiche più un intervento e per i sistemi di gestione dell’energia conformi alla norma ISO 50001 del 2011 relativa ai Sistemi di gestione dell’Energia.

Per presentare la domanda dovrà essere utilizzata necessariamente la piattaforma SIAGE di Regione Lombardia e dovranno essere indicati il sito aziendale interessato al progetto, i costi previsti e dovrà essere allegata l’autocertificazione relativa al rispetto delle condizioni previste per la partecipazione.

Per la Diagnosi Energetica il contributo massimo previsto sarà di 10.000,00 euro e l’iter prevede la trasmissione alla Regione Lombardia, entro 30 giorni dall’ultimazione di un intervento per l’efficientamento, del rapporto di diagnosi, della rendicontazione dei costi della diagnosi e della documentazione e rendicontazione relativa ad almeno uno degli interventi indicati nella diagnosi (anche a costo zero) o con tempo di ritorno in 4 anni, con evidenza del risparmio energetico connesso oltre alla scheda di monitoraggio (Enea).

Per la realizzazione ISO 50001il contributo massimo previsto è di 20.000,00 euro e l’iter prevede la trasmissione alla Regione Lombardia, entro 30 giorni dal rilascio della certificazione di conformità alla ISO 50001 del certificazione di conformità, della rendicontazione costi sostenuti e della scheda di monitoraggio, da reperire sul sito web di Enea.

Le diagnosi energetiche verranno finanziate nella misura massima del 50 % delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 5.000, al netto di IVA, le procedure di attuazione di un sistema di gestione conforme alla norma ISO 50001 verranno finanziate nella misura massima del 50% delle spese ammissibili fino ad un massimo di € 10.000, al netto di IVA.

Il bando sarà a sportello ovvero l’assegnazione del contributo avverrà secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, fatta salva la verifica dei requisiti previsti per la presentazione della domanda, da svolgersi entro 30 giorni dal ricevimento della domanda medesima.

Fino al 2020 è prevista la pubblicazione annuale del bando, che presumibilmente verrà aperto per l’anno 2016 entro il mese di settembre.

Dopo l’intervento del dott. De Simone il Dott. Maffeis ha presentato l’attività di monitoraggio dell’efficienza energetica, mentre l’avvocato Della Selva ha parlato delle Opportunità, vincoli normativi e delle nuove forme contrattuali per le Imprese che vogliono investire in efficienza energetica.

Una mattinata di lavoro e di informazione quindi quella organizzata dal Distretto Energetico di Valle Camonica e del Sebino Bresciano in collaborazione con l’Incubatore di Imprese, un momento dedicato alle Imprese proprio per aiutarle a districarsi nel difficile mondo dei finanziamenti.

L’attività di comunicazione e di informazione del Distretto Energetico gestita da Impresa e Territorio scarl, società di gestione dell’Incubatore di Imprese, continuerà nel corso dell’anno con la realizzazione di altri importanti momenti di incontro. Tutti gli aggiornamenti sul sito www.incubatorediimprese.it.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136