QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Allerta incendi su tutto l’arco alpino. Avviso della Provincia di Trento a vigili del fuoco, soldi al Gicom in Valle Camonica

mercoledì, 23 dicembre 2015

Trento – Allerta incendi su tutto l’arco alpino e nelle zone intervallive. Arrivano anche i primi provvedimenti e ordinanze.

Il dirigente generale del Dipartimento Protezione civile della Provincia autonoma di Trento, Roberto Bertoldi, ha diramato un avviso urgente ai comandanti e agli ispettori delle Unioni distrettuali dei Vigili del fuoco volontari, vista la perdurante siccità dei boschi e il conseguente pericolo d’incendi. Il livello d’allerta è stato alzato ed è stato chiesto di intensificare la vigilanza.

L’avviso è successivo all’ordinanza urgente del presidente della Provincia, Ugo Rossi, di metà dicembre, che prevIncendi 1edeva il “divieto di accendere e lanciare fuochi d’artificio, sparo di petardi, scoppio di mortaretti e razzi”, considerata “la situazione di eccezionale siccità nei boschi e nei pascoli”.

Nel messaggio del dirigente generale della Protezione civile si ricorda l’eccezionale pericolo di incendi boschivi e si chiede di intensificare la prevenzione, anche mediante l’informazione nei confronti dei residenti e dei turisti e comunque attraverso una attenta vigilanza dei luoghi maggiormente a rischio. A questo scopo si chiede ai Vigili del fuoco di raccordarsi con il Corpo Forestale Provinciale, attraverso le Stazioni Forestali, al cui personale è stata chiesta collaborazione.

IN VALLE CAMONICA 

La Comunità Montana di Vallecamonica ha messo a disposizione la somma di 13 mila euro per la sala operativa del Gruppo intercomunale di Protezione Civile, Gicom in sigla, che è stata ampliata, ulteriormente potenziata e dotata di altre strumentazioni necessarie a monitorare gli incendi boschivi del territorio. Un ulteriore impulso è stato dato alla radiocomunicazioni, ai collegamenti tra sala operativa e gruppi di volontariato del territorio ed alla sorveglianza con videocamere.

DOPO MALONNO, ROGO A  CORTENEDOLO

Dopo Malonno ecco il rogo a Cortenedolo. L’incendio a lato della mulattiera che conduce agli alpeggi nella località Guspessa. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Vezza d’Oglio ha evitato il peggio, il rogo è stato domato, poi i volontari della Protezione civile di Edolo hanno bonificato la zona.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136