QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adeguamento norme antincendio: 330mila euro per l’ospedale di Edolo, 500mila per Sondalo

mercoledì, 3 agosto 2016

Edolo – “Con una serie di delibere approvate dalla Giunta concludiamo parte dell’iter di applicazione dell’evoluzione del sistema sociosanitario. Mi riferisco in particolare all’approvazione del regolamento della Conferenza dei sindaci e di quello, in via definitiva dell’Agenzia dei Controlli, che era passata nei giorni scorsi in Consiglio e che quindi sara’ operativa gia’ dai prossimi giorni”. Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera nel corso della conferenza stampa, organizzata a Palazzo Lombardia per illustrare i provvedimenti approvati dalla Giunta.gallera

POAS
“Inoltre – ha continuato l’assessore – abbiamo dato il via libera alle linee guida dei Poas (Piani organizzativi strategici aziendali), uno strumento importante che viene dato alle Ats (Agenzie di tutela della salute) che definiranno la loro organizzazione. Infine abbiamo stanziato importanti risorse, 15,7 milioni di euro per l’adeguamento delle strutture sanitarie lombarde alle norme antincendio. Queste risorse (in parte statali, in parte regionali), che vanno a sommarsi ai 51 milioni di euro erogati nell’ultimo triennio (solo fondi regionali), sono frutto di un monitoraggio che la Dg Welfare sta compiendo al fine di garantire la sicurezza delle strutture sanitarie lombarde”.

RIFORMA VA AVANTI
“Questa serie di provvedimenti adottati oggi - ha concluso Gallera – evidenzia come non solo Regione Lombardia sta rispettando i tempi, ma continua ad erogare risorse e da’ indicazioni molto precise e puntuali sull’applicazione pratica della riforma sanitaria”.

Di seguito l’elenco degli interventi finanziati per l’adeguamento delle strutture sanitarie lombarde alle norme antincendio suddivisi per Ats (Agenzia Tutela della Salute) con indicati: il nome dell’Asst (azienda sociosanitaria territoriale); il nome della struttura e l’ammontare dello stanziamento.

ATS CITTA’ METROPOLITANA MILANO
- Fondazione Irccs Istituto Neurologico Besta, sede di via Celoria – Pad. C e D, 500.000 euro
- Fondazione IRCCS, Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico; Policlinico (area di via F.Sforza), 2.624.000
- Asst di Lodi, P.O. di Lodi, 1.392.626 euro

ATS DELL’INSUBRIA
- Asst Sette Laghi, P.O. Macchi Varese – Pad. CRM, 360.000 euro

ATS DELLA BRIANZA
- Asst di Monza, Ospedale di Desio, 2.504.000 euro

ATS DI BERGAMO
- Asst Papa Giovanni XXIII, SERT Dipartimento dipendenze (sede di Borgo Palazzo), 195.000 euro

ATS DI BRESCIA
- Asst degli Spedali Civili di Brescia, P.O. Spedali Civili di Brescia – Pad. Infettivi, 3.286.000 euro
- Asst della Franciacorta, P.O. di Chiari, 220.000 euro
- Asst del Garda, P.O. di Desenzano, 800.000 euro

ATS DI PAVIA
- Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Policlinico San Matteo di Pavia, 1.000.000 euro
- Asst di Pavia, P.O. di Vigevano, 1.000.000 euro

ATS DELLA VAL PADANA
- Asst di Mantova, P.O. ‘Carlo Poma’ di Mantova, 1.000.000 euro

ATS DELLA MONTAGNA
- Asst Valtellina e Alto Lario, P.O. di Sondalo, 500.000 euro
- Asst della Valcamonica, Ospedale di Edolo, 330.000 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136