QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adamello Ultra Trail tra Valle Camonica e Val di Sole: da Vezza d’Oglio partiti in 83 per la prova 180km

venerdì, 22 settembre 2017

Vezza d’Oglio – Partita, tra due ali di folla, la 180 dell’AUT 2017. Facce tese, concentrazione, maniacale attenzione ai materiali, tanta voglia di mettersi in gioco e di vivere un’avventura unica. Al briefing, tenutosi nella sala conferenze di Torre Federici a Vezza d’Oglio, lo staff tecnico dell’Adamello Ultra Trail ha sciorinato numeri e nomi della kermesse disegnata sulle montagne di confine tra Lombardia e Trentino. Una notte per sciogliere la tensione e poi “via”, spinti e motivati da Silvano Gadin voce ufficiale dell’evento e di moltissime tra le gare più prestigiose legate al mondo della montagna (foto di Maurizio Torri).

partenza maurizio torriPreso atto delle defezioni dell’ultima ora i numeri ufficiali vedono al via 83 eroi sulla prova principe da 180km con 11.500m di dislivello. Loro sono stati i primi a partire, questa mattina alle 9 da piazza IV Luglio. Ai nastri di partenza tutti pazzi per il campione aostano Franco Collé. In cerca di conferme dopo il Tor de Géants, dove ha dovuto alzare bandiera bianca a 20km dal traguardo mentre era saldamente al comando, l’ambassador Crazy Idea Tecnica è stato letteralmente preso d’assalto dai fan in cerca di foto e autografi. Nella gara in rosa, attenzione alla bresciana Graziana Pè, super favorita dei pronostici.

Domani mattina sarà la volta dei 143 accreditati al via della 90K con 5700m D+ (con start da Ponte di Legno). In questa seconda e impegnativa competizione, riflettori puntati sul capitano del Team Crazy Idea Fulvio Dapit e sulla sfida in rosa tra la vincitrice 2016 Moira Guerini e l’orobica Cinzia Bertasa.

Per chi avesse ancora tanta voglia di correre, su distanze più umane, restano apertissime le iscrizioni sulla 30 Trail. Rispetto al passato, quest’ultima, si presenterà molto più scorrevole (650mD+) e con solo 30% di asfalto su pista ciclabile. (Per iscrizioni http://bit.ly/2hct5H9)

Due regioni, 8 comuni (Vezza d’Oglio, Ponte di Legno, Temù, Vione, Edolo, Monno, Vermiglio, Incudine), 200 volontari, 2 parchi (Stelvio, Adamello), 10.000 bandierine segnaletiche, 24 punti ristoro,  questi sono solo alcuni numeri di una quarta edizione che si preannuncia stellare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136