QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adamello Ultra Trail: successo del cuneese Giraudo. Sul podio Rabensteiner e Manenti

sabato, 27 settembre 2014

Vezza d’Oglio  - Una gara pazzesca, di forza e coraggio e soprattutto con grande cuore. Parliamo dell’Adamello Ultra Trail, la corsa di 175 chilometri ai confini tra Lombardia e Trentino. Una gara con al via 51 sky runner, dominata da cuneese Mauro Giraudo, che ha distanziato l’altoatesino Alexander Rabensteiner e il valtellinese Mauro Manenti.

Il beniamino di casa Dino Melzani si è ritirato dopo aver condotto una gara all’attacco e dominato per 100 chilometri; poi ha dovuto ritirarsi per problemi fisici. Tra le imprese va segnalata quella di Matteo Bertoli, partito da Vezza d’Oglio in ritardo di 1h 20” è riuscito a recuperare e piazzarsi addirittura al quarto posto.

Marco Giraudo Ultratrail

Il percorso aveva un dislivello di 10.500 metri di dislivello con il passaggio dal Tonale, dalla malga Cadì e la zona del Presena per poi verso il Mortirolo e la discesa a Vezza d’Oglio dove nel pomeriggio si è concluso con l’arrivo in piazza IV Luglio. Sul traguardo è arrivato il cuneese Mauro Giraudo che ha percorso i 175 chilometri in 31h 27’10”, mentre distanziati al secondo posto l’altoatesino Alexander Rabensteiner e al terzo il valtellinese Mauro Manenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136