QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adamello e memoria: gli eventi sulla Guerra Bianca a Ponte di Legno e Temù in programma fino al 2018

venerdì, 20 giugno 2014

Ponte di Legno  - Presentato il progetto “Adamello guerra e memoria” che prevede una serie di iniziative per valorizzare il patrimonio storico del territorio dell’Alta Valle Camonica che si concluderanno nel 2018. Le iniziative sono nate in occasione del centenario della prima Guerra Mondiale e sono promosse dai Comuni di Ponte di Legno e Temù e dall’Unione dei Comuni dell’Alta Vallecamonica in collaborazione con BIM, Comunità montana, distretto culturale di Vallecamonica, Parco dello Stelvio e dell’Adamello-Brenta.

museo montozzo guerra

LE INIZIATIVE 2014

Uno dei primi obiettivi è promuovere sentieri, morene e camminamenti di 200 chilometri, con tappe o passaggi obbligati sui luoghi più significativi della Guerra Bianca, dove sono ben conservati i manufatti bellici. Della Guerra Bianca in Adamello restano testimonianze importanti, veri e propri musei a cielo aperto come quello del Montozzo (nella foto)  dove si apriranno il 28 giugno, giornata europea, le celebrazioni.

Accanto al rifugio Bozzi è stato realizzato anche un museo intitolato al compianto presidente Gianni De Giuli. Gli altri appuntamenti: il 3 agosto, al Dosso di Casa Madre, in Comune di Ponte di Legno, Luca Zingaretti, per “Passi nella neve” leggerà brani tratti da un diario di guerra. Invece  dal 24 al 29 agosto, sempre a Ponte di Legno si terrà un seminario per gli insegnanti, ma verranno sviluppati anche progetti come l’avvio della realizzazione di un circuito sui sentieri dove correva la prima linea del fronte che consentirà di fruire dei più importanti siti legati alla Grande Guerra sulle nostre montagne. L’ultimo evento 2014 è dal 26 al 28 settembre quando si terrà l’Ultratrail dell’Adamello: 175 chilometri sui sentieri della guerra fra Lombardia e Trentino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136