QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Adunata alpini: da Edolo ad Asti a piedi per ricordare la Grande Guerra

venerdì, 6 maggio 2016

Edolo – Prosegue il viaggio a piedi di due alpini, partiti da Edolo e diretti all’Adunata di Asti. Oggi il tragitto è da Sarnico a Monza, con tappa sui monumenti delle Guerre e della Resistenza.

alpini asti 10

I due alpini (nella foto) - Dario Cimberle di Torino, che è stato alpino nel Battaglione Edolo, e Gianluigi Fanetti, che appartiene al gruppo alpini di Sonico – sono partiti dalla Valle Camonica per raggiungere in dieci giorni Asti, dove nel weekend 14-15 maggio si terrà l’89esima adunata delle penne nere. Ben 320 chilometri con dieci tappa, le prime tre a Breno, Pisgone e Sarnico. Oggi la destinazione è Monza e nel weekend raggiungeranno Vigevano e Mede.

Il viaggio dei due alpini è iniziato dal municipio di Edolo, dove un gruppo di alpini, tra cui il capogruppo delle penne nere, Egidio Masneri, li hanno salutati, e raggiungeranno Asti nella serata di venerdì prossimo.

“Ogni anno – racconta Dario Cimberle – mi metto in viaggio per raggiungere a piedi la città dell’adunata: lo scorso anno da solo ho fatto Torino-Aquila, quest’anno invece ho scelto il tragitto Edolo,  dove ho svolto il servizio militare, Asti”. Ed è in compagnia del camuno Gianluigi Fanetti, che intende commemorare il centenario della Grande Guerra e soprattutto il ricordo del padre che combatté in Russia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136