QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

52esimo Pellegrinaggio in Adamello, in mille sul Monte Listino per ricordare: a Breno la sfilata

sabato, 25 luglio 2015

Breno – Quasi in mille sono saliti in mattinata sul Monte Listino, sopra Breno, per ricordare i Caduti nella celebrazione del 52esimo Pellegrinaggio in Adamello. Le penne nere hanno partecipato in massa alla Santa Messa del cardinale Giovanni Battista Re, accompagnato dal monsignor Tino Clementi e dal monsignor Angelo Bazzari. Tra le mani del cardinale il calice che Papa Woytyla aveva alzato in occasione della sua visita in Adamello proprio al Pellegrinaggio nel 1988.Partenza colonna da braone

Presenti tra le autorità il presidente del gruppo Ana Valcamonica, Giacomo Cappellini, il sindaco di Breno Sandro Farisoglio, il numero uno dell’Ana Nazionale Sebastiano Favero e il comandante delle Truppe alpine Federico Bonato.

Come accade da 63 anni gli alpini si sono dunque ritrovati sulle montagne dell’Adamello, ripercorrendo sentieri, cime, passi valli che cento anni fa videro soldati di nazionalità diverse combattere fra loro a più di tremila metri di quota in condizioni spesso proibitive.

Quest’anno è stato scelto il monte Listino, un simbolo della Grande Guerra. Il presidente della sezione Ana Valcamonica, Giacomo Cappellini, ha ricordato l’importanza di questo evento: “Cade a cent’anni dell’entrata in guerra dell’Italia e quindi il Pellegrinaggio assume un valore speciale”. In particolare il pellegrinaggio di quest’anno è dedicato a Ferdinando, per tutti, Nando Sala, alpino della ritirata di Russia.

NOTTE VERDE

Dopo le celebrazioni in quota, le colonne sono tornati alla base e domani sfileranno per le vie di Breno. Nel frattempo il Comune di Breno, la Pro Loco e l’associazione dei commercianti Ubica hanno promosso una serie di eventi, tra cui la Notte Verde.

STASERA APPUNTAMENTO, DOMANI IL FINALE
Numerosi gli appuntamenti tra sabato e domenica: la Valle Camonica è stata bardata a festa con bandiere tricolori e questa sera con ristoranti, bar e negozi aperti e centro storico chiuso alle auto in piazza Mercato, a Breno, concerto «Terra e pace» del gruppo “i Luf” di Dario Canossi (inizio alle 22), che ieri sera si è esibito a Esine e oggi sarà a Breno, in piazza Mercato.

Domani la conclusione del Pellegrinaggio a Breno per l’ammassamento e le cerimonie finali. Infatti alle 9 ci sarà il ritrovo in piazza Ghislandi di tutti i pellegrini con la Santa Messa celebrata da monsignor Angelo Bazzari presidente della fondazione Don Gnocchi, quindi la cerimonia ufficiale e al termine il tradizionale rancio alpino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136