QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

52° Pellegrinaggio in Adamello: partite tutte le colonne, domani le celebrazioni al Monte Listino e la Notte Verde a Breno. Domenica la sfilata

venerdì, 24 luglio 2015

Breno – Entra nel vivo il 52° Pellegrinaggio in Adamello, il grande evento quest’anno organizzato dalla sezione Ana Valle Camonica, presieduta da Giacomo Cappellini, che è scattato ieri e si concluderà a Breno domenica 26 luglio con la grande sfilata per le vie del paese camuno e la Messa presieduta da monsignor Angelo Bazzarri. (Nella foto un momento del Pellegrinaggio dello scorso anno a Tione)tione -Adamelloluce20

Quest’anno il pellegrinaggio è dedicato a Nando Sala. Numerosi gli appuntamenti tra sabato e domenica: la Valle Camonica è bardata a festa con bandiere tricolori e nella giornata di domani è in programma la Notte Verde, promossa da Comune, Pro loco di Breno e associazioni commercianti Ubica. La ciliegina sulla torta della grande festa sarà il concerto del gruppo “I Luf”.

LE COLONNE IN MOVIMENTO VERSO L’ADAMELLO

L’iniziativa, nata nel 1963, porta gli alpini e simpatizzanti a ripercorrere i sentieri, le cime, i passi e le valli che cento anni fa videro soldati di nazionalità diverse combattere fra loro a più di tremila metri di quota in condizioni spesso proibitive. Il pellegrinaggio è organizzato alternativamente dalle sezioni Ana di Valle Camonica e di Trento e quest’anno avrà come fulcro delle varie iniziative Breno.

Le prime colonne a mettersi in movimento sono state quelle trentine, seguiti dalle otto colonne di penne nere camune. Domani si incontreranno sul monte Listino (a 2.750 metri): il percorso più lungo sarà quello di chi ha scelto di partire dal Tonale e di attraversare il ghiacciaio dell’Adamello. Il luogo della cerimonia, in programma domani (sabato 25 luglio ndr.), sarà appunto il monte Listino dove davanti alle trincee della Prima Guerra mondiale il cardinale Giovanni Battista Re celebrerà la Messa.

Il luogo della cerimonia sarà raggiungibile anche con un elicottero messo a disposizione dell’organizzazione. Le colonne si incontreranno alle 10,30 per la cerimonia civile, seguita dalla Messa celebrata dal cardinale Re. Intanto nei paesi dell’Intergruppo della media Valle, Losine, Braone, Niardo, Breno e le frazioni di Astrio e Pescarzo, si svolgerà l’Onore ai Caduti.

Poi tutti si trasferiranno a Breno per l’ammassamento e le cerimonie finali. Infatti domenica 26 luglio alle 9, avverrà il ritrovo in piazza Ghislandi di tutti i pellegrini con la Santa Messa celebrata da monsignor Angelo Bazzari presidente della fondazione Don Gnocchi e al termine il tradizionale rancio alpino.

NOTTE VERDE

Nell’attesa della sfilata, domani andrà in scena la “Notte verde”, organizzata dalla Pro Loco e dall’associazione dei commercianti Ubica. Negozi aperti, concerto dei “Luf” in piazza Mercato, stand gastronomico e animazione. E’ l’abbraccio di Breno agli alpini e ai pellegrini che partecipano al 52esimo Pellegrinaggio in Adamello. Bar, ristoranti e attività commerciali aperte nella lunga notte, per l’occasione chiamata “Notte Verde”.

Tanti cappelli verdi degli alpini con la penna nera, con quello che rappresentano e l’allegria che portano sempre con sé, animeranno infatti il fine settimana a Breno e l’amministrazione comunale, la Pro Loco con Nuova Ubica, hanno deciso di farsi trovare pronti per dare alle penne nere, ai pellegrini e alle famiglie. Così il paese addobbato a festa con il tricolore appeso, metterà a disposizione le proprie vie e piazze, per una serata di festa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136