QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

La Questura consegna porto d’armi alla Polizia Provinciale di Brescia

giovedì, 15 settembre 2016

Brescia – La Questura di Brescia ha provveduto, con uno sforzo straordinario, a rispondere a tutte le richieste di rilascio e rinnovo delle licenze di caccia (3.874). La grande collaborazione tra Provincia e Questura di Brescia ha garantito che tutti i cacciatori potessero avere i documenti in regola, in tempo utile per l’apertura della stagione venatoria.

La Provincia di Brescia ha infatti messo a disposizione personale della Polizia Provinciale per fornire supporto materiale all’attività di rilascio dei porti d’armi per uso caccia, da giugno fino a settembre.

«Una forte collaborazione istituzionale tra enti locali e organi dello Stato – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli – che ha avuto l’obiettivo di agevolare l’evasione degli attuali carichi di lavoro dell’ufficio della Questura, dove si concentrano, nei mesi antecedenti l’inizio della stagione venatoria, tutte le richieste degli aventi diritto al porto d’armi, prolungando inevitabilmente i tempi di attesa per i richiedenti. Abbiamo tenuto conto anche delle richieste delle associazioni venatorie, che chiedevano più tempestività nel rilascio o nel rinnovo del porto d’armi ad uso caccia. Affiancando il nostro personale a quello della Questura, siamo riusciti ad evadere tutte le richieste in tempo utile». (Nella foto la polizia provinciale a Sulzano)

polizia provinciale sulzano

Nel concreto il Comandante della Polizia Provinciale, Carlo Caromani, d’intesa con il Questore, ha messo a disposizione dell’Ufficio Porto d’armi della Questura di Brescia 2 agenti della Polizia Provinciale “che hanno supportato l’ufficio competente – ha sottolineato il Consigliere Delegato Diego Peli – nell’attività materiale di rilascio del titolo di polizia di porto d’armi per uso caccia, per la durata di 3 mesi, facendo in modo che il personale messo a disposizione dipendesse funzionalmente dalla Questura”.

“Questa sinergia tra enti – ha dichiarato il Questore di Brescia, Vincenzo Ciarambino – pone in essere una rete di collaborazione tra le Pubbliche Amministrazioni è utile per offrire un servizio migliore ai cittadini, ottimizzando così le risorse umane, svolgendo un servizio più veloce grazie anche all’impiego del personale della Polizia Provinciale”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136