QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Breno: al Liceo Golgi sabato giornata speciale per l’inaugurazione ufficiale dell’anno scolastico

martedì, 27 settembre 2016

Breno – E’ programmata per SABATO 1 OTTOBRE 2016 una giornata di inaugurazione dell’anno scolastico per favorire l’accoglienza delle classi prime e la socializzazione tra tutti gli studenti al Liceo Golgi di Breno.

Programma:

Saluti del Dirigente Scolastico e delle Autorità

  • ore 8,00 (classi prime)
  • ore 8,30 (classi seconde)

Partenza per la camminata

  • ore 8,15 (classi prime)
  • ore 8,45 (classi seconde)

Camminata lungo la pista ciclabile Breno/Cividate con visita guidata al Parco Archeologico Nazionale del Santuario di Minerva a Breno e al Parco Archeologico Nazionale del Teatro e dell’Anfiteatro Romano a Cividate Camuno (con visita guidata);

  • ore 12,00 rientro a Scuola e termine delle attività (per tutte le classi)

Visite guidate a cura delle Prof.sse Brunelli e Zallot.

Responsabile dell’iniziativa: Prof. Caretta Alfredo

Note: si consiglia abbigliamento e scarpe adeguati all’attività.

In caso di maltempo l’iniziativa sarà rimandata a data da destinarsi.

TRIENNIO
E’ programmata per SABATO 1 OTTOBRE  2016 una giornata di inaugurazione dell’anno scolastico.

Programma:

ore 8,00 – 8,30 lezione regolare

ore 8,30 trasferimento delle classi in anfiteatro (o, in caso di maltempo, in aula magna), su chiamata della segreteria

ore 8,45 saluti del Dirigente Scolastico, Alessandro Papale, e delle Autorità

ore 9,00 inizio spettacolo teatrale

ore 10,30 circa intervallo

ore 10,45 ripresa dello spettacolo

VAJONT 9 OTTOBRE 1963 (Orazione civile)

di Marco Paolini – Gabriele Vacis 

con Omar Rottoli

Trama:

Ore 22,39 Il rumore sembra quello di un’esplosione: un boato.

E contemporaneamente un’ondata alta più di 100 metri si solleva abbattendosi a fondo valle e trascinando con sé tutti gli abitanti di Longarone e dei comuni limitrofi. In un solo momento furono spazzati via diversi paesi e i loro abitanti: 1910 le vittime. Non una fatalità ma una catastrofe annunciata, la diga era già sotto osservazione, ma interessi economici e battaglie politiche ebbero la meglio sulla sicurezza delle persone. Uno spettacolo frutto di un’indagine lucida, attenta, acuta, che ci porterà attraverso le responsabilità e i giochi di potere che stanno dietro a questa catastrofe, oltre che nelle case di chi in quel disastro ha perso ogni cosa, qualcuno anche la vita. Un modo di capire, ascoltare, guardare e pensare….

Al termine dello spettacolo gli studenti potranno porre delle domande all’artista.

Ore 12,00 termine dell’iniziativa – rientro in classe e prosieguo delle lezioni per le classi che terminano alle ore 13,00.

Costo spettacolo teatrale: Euro 2,00 a studente da consegnare, a cura dei rappresentanti di classe, in Segreteria Didattica entro giovedì 29 settembre.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136