QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, oltre 4mila ingressi a “Biblioé: 150 luoghi comuni”. Il bilancio della rassegna

lunedì, 25 aprile 2016

Trento – Bilancio positivo della rassegna “Biblioè: 150 luoghi comuni”.  Con l’autorevole e articolata riflessione del presidente emerito della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick si è concluso l’evento.

boblioè Trento 1

Un bilancio molto positivo quello tracciato da Claudio Martinelli, dirigente del Servizio attività culturali della Provincia di Trento e da Sara Guelmi, direttrice dell’ufficio sistema bibliotecario trentino, a conclusione di “Biblioè, 150 luoghi comuni”, la 5 giorni che ha approfondito le tante sfaccettature dei 150 luoghi privilegiati di accesso alla cultura, a disposizione di tutti. Il profondo contributo del giurista, già Ministro di Grazia e Giustiza e presidente emerito della Corte Costituzionale, Giovanni Maria Flick è stato l’ulteriore valore aggiunto di una manifestazione apprezzata che ha visto Palazzo delle Albere frequentato da oltre 4mila persone, bambini, famiglie, donne e uomini di ogni età. La comunità di bibliotecari non ha perso l’occasione per confrontarsi e discutere del futuro delle biblioteche

I numeri della manifestazione non lasciano dubbi:

4.000 persone arrivate a biblioè in quattro giorni

25 presentazioni di libri con una comunità di bibliotecari molto attiva

5 recital letterari e teatrali

20 incontri di letture animate per bambini, ragazzi e adulti,

18 laboratori didattici, dall’archeologia agli origami passando per la matematica

5 appuntamenti musicali

4 visite guidate al Palazzo delle Albere, magnifica sede destinata all’otiumn dai principi vescovi Madruzzo

1 pianoforte digitale a disposizione di tutti (è stato molto gradito)

1 Miniroom dove la telecamera ha raccolto tante e tante opinioni e idee

1 bibliobus

Per concludere, i 6.000 libri del bookcrossing: messi a disposizione delle biblioteche (perché dismessi): i frequentatori di bibiloè, 150 luoghi comuni se li sono potuti portare in dono a casa.

Dunque un totale di 105 appuntamenti ma, ciò che più conta, biblioè è stata un’approfondita riflessione e analisi sul futuro del sistema bibliotecario trentino, sull’opportunità di aggiornare le modalità di fruizione delle biblioteche, luoghi privilegiati di accesso alla cultura, chiave fondamentale per garantire democrazia, nell’auspicio, come ha detto il professor Giovanni Flick, “che la nostra diventi sempre più una società della partecipazione”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136