QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, legge riordino della cultura: il PATT soddisfatto dell’accordo tra maggioranza e opposizione

giovedì, 5 ottobre 2017

Trento - Legge di riordino della cultura, il Gruppo provinciale del Patt saluta con soddisfazione l’accordo tra maggioranza e minoranza sull’esame della proposta di riforma della cultura. Avere recuperato efficace mediazione politica tra le diverse e complesse posizioni ha riportato la politica nella sua forma più nobile al centro del dibattito consiliare.

Lorenzo Ossanna

Dopo l’ampia discussione avvenuta sia in commissione che nel gruppo di lavoro, un ampio coinvolgimento partecipativo, l’apporto di tavoli tecnici e di confronto, si è giunti ad un auspicato approdo legislativo.

Il modello originale era maggiormente preferibile, come affermato in aula dal capogruppo Lorenzo Ossanna (nella foto), firmatario di alcuni emendamenti, ma il Patt saluta questa legge di riordino del settore assolutamente positiva, alla luce anche dei quattro ordini del giorno che il Gruppo delle Due stelle alpine ha visto approvare dall’aula.

Si tratta dell’ordine del giorno del consigliere Graziano Lozzer riguardante la promozione e la valorizzazione degli eventi legati ai carnevali arcaici trentini.

Poi dei tre ordini del giorno del consigliere Lorenzo Baratter. Col primo ha ottenuto la condivisione del principio attraverso il quale i musei trentini rendono accessibili le loro iniziative culturali e didattiche alle persone diversamente abili. Col secondo ha posto l’accento sulla promozione di una rete di musei territoriali etnografici trentini con programmi e progetti da parte del Museo degli usi e costumi della gente trentina. Il terzo ordine del giorno ha toccato la fondamentale valorizzazione del patrimonio dialettale trentino.

I consiglieri Lorenzo Ossanna (capogruppo PATT), Lorenzo Baratter, Luca Giuliani, Graziano Lozzer e la consigliera Chiara Avanzo


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136