QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Riva del Garda, quattrocento giovani per il Festival della Famiglia

giovedì, 5 dicembre 2013

Riva del Garda - Sono quasi 400 i ragazzi e le ragazze, accompagnati dai loro docenti, che parteciperanno alla seconda edizione del Festival della Famiglia, in programma al Palazzo dei Congressi di Riva del Garda venerdì 6 dicembre. La collaborazione del mondo scolastico trentino si articola in diversi interventi. L’Istituto “Don Milani” di Rovereto fornisce, per il secondo anno consecutivo, hostess e steward formati alla gestione di eventi, mentre l’Istituto Pavoniano Artigianelli per le arti grafiche ha realizzato, con uno specifico progetto sulle proprie classi, lo spot per il festival. Infine sono otto gli istituti trentini, ad indirizzo Scienze umane e Socio sanitario, che parteciperanno, con un totale di quasi 400 studenti e docenti, alla conferenza sul tema “Politiche familiari e politiche di sviluppo economico: un binomio possibile?”.riva-del-garda-foto-aeree-008

Al Festival della Famiglia vi saranno: l’Istituto Weisse Rose” di Cavalese, l’Istituto “Marie Curie” di Pergine, l’Istituto “Don Guetti” di Tione, l’Istituto “F.Filzi” di Rovereto, il Liceo Rosmini di Trento, l’Istituto “M.Martini” di Mezzolombardo, l’Istituto “Don Milani” di Rovereto e il Liceo Maffei di Riva del Garda.

Nell’area “Documenti” del sito ufficiale del festival sono stati condivisi con le scuole materiali propedeutici finalizzati alla preparazione degli studenti ai temi che saranno affrontati dai relatori. Un glossario di terminologia specifica li agevolerà nella comprensione di alcuni concetti chiave che costituiranno l’ossatura delle argomentazioni. Mentre una scheda didattica approntata con il contributo generoso e volontario di una docente specialista in materia consentirà loro di focalizzare l’attenzione sui punti topici che verranno affrontati dagli speaker, stimolandoli al contempo a riflessioni personali.

L’intervento di educatori e studenti è stato ritenuto indispensabile sin dalle prime battute organizzative, nella convinzione che l’apporto di chi si occupa di Scienze sociali a scopo formativo possa fornire un valore aggiunto al dibattito in corso su famiglia ed economia. Per agevolare la partecipazione delle scuole, l’Agenzia per la Famiglia ha provveduto alla copertura delle spese di trasporto, in virtù della collaborazione di relatori che si sono prestati ad intervenire al festival a titolo di gratuità.

Il coinvolgimento delle scuole e dell’Università nelle attività svolte dall’Agenzia per la Famiglia si amplia anche ad altri ambiti, i quali includono stage formativi e tirocini in sede e progetti su marchi e disciplinari. Per le attività grafiche e di ideazione di loghi l’Agenzia e lo Sportello Famiglia si sono avvalsi della presenza di stagisti del quarto anno dell’Istituto Pavoniano Artigianelli, grazie ad una convenzione sottoscritta tra la scuola e il Forum delle Associazioni Familiari del Trentino. Tirocinanti universitari e postuniversitari presenti nella sede di via Gilli stanno contribuendo a tutte le attività di organizzazione ed erogazione legate a Prefestival, Festival e Postfestival. Il Postfestival al MUSE vedrà inoltre la numerosa presenza di studenti e volontari giovani, sia a supporto dei workshop sia a testimonianza di progetti legati alle tecnologie e avviati nelle scuole.

Infine, va segnalata la collaborazione attiva del mondo scolastico nella predisposizione del disciplinare per l’ottenimento del marchio “Scuola amica della famiglia”. Il Festival della Famiglia è organizzato dall’Agenzia per la famiglia della Provincia autonoma di Trento, dal Distretto Famiglia “Alto Garda” e dal Comune di Riva del Garda, in collaborazione con il Dipartimento per le politiche della famiglia – Presidenza del Consiglio dei Ministri.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136