Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Riconoscimento al sito Unesco della Valle Camonica

martedì, 19 marzo 2019

Darfo Boario Terme – Il sito Unesco della Valle Camonica hanno ottenuto un altro riconoscimento a livello nazionale nell’ambito del progetto “A ciascuno il suo passo“. La menzione speciale è per la seguente motivazione: “Aver attuato strategie di inclusione sociale volte al miglioramento dell’accessibilità attuando forme di fruizione aperte a tutti”.

Naquane incisioni 1L’iniziativa ha interessato i siti archeologici della Valle Camonica, che hanno ottenuto numerosi finanziamenti da Regione Lombardia e Ministero ai Beni Culturali e permesso di rendere accessibili alle persone disabili il Parco Nazionale dei Massi di Cemmo, alcune rocce del Parco di Luine e una sezione della Riserva regionale di Paspardo. Intanto a breve si concluderanno i lavori per rendere accessibile la roccia della mappa di Bedolina a Capo di Ponte, mentre è in corso la progettazione della Roccia Numero Uno di Naquane.

Il Ministero ha deciso di finanziare con 100mila euro la revisione del Piano di Gestione del Sito Unesco, con numerosi interventi. Dopo gli anni difficili, anche per le incomprensioni con il Ministero, i beni della Valle Camonica sono ora valorizzati.

Nel 2019 si celebra il 40esimo anniversario dell’inserimento come patrimonio dell’Unesco e per ricordare la data sono previsti eventi e convegni.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136