QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

In Trentino arriva il documentario di Katia Bernardi “Funne – le ragazze che sognavano il mare”

venerdì, 13 gennaio 2017

Trento – Arriva al cinema in Trentino “Funne – le ragazze che sognavano il mare”, la fiaba moderna sull’avventura di 12  irresistibili “ragazze” ottantenni. La pellicola, distribuita da EIE Film, tra gennaio e febbraio, sarà presentata anche a Roma, Firenze, Milano, Bologna, Genova e Torino.

Dopo il successo alla festa del cinema di Roma parte da Trento il tour nelle sale del documentario di Katia Bernardi sull’incredibile storia delle pensionate di Daone che ha commosso e divertito tutta l’Italia.

funne 1

Mercoledì 18 gennaio alle 18.30 e alle 21 al cinema Astra due proiezioni speciali alla presenza della regista e delle protagoniste del film. In apertura alle 18 e alle 20.30 presentazione del libro “Funne. Le ragazze che sognavano il mare”, edito da Mondadori

Partirà da Trento il tour nelle sale di “Funne – le ragazze che sognavano il mare”, il documentario di Katia Bernardi presentato alla Festa del Cinema di Roma sulle 12 irresistibili “ragazze” ottantenni di Daone che per realizzare un sogno si sono trovate al centro dell’attenzione dei media di tutta Italia. Mercoledì 18 gennaio alle 21 al cinema Astra è in programma un’anteprima alla presenza della regista e delle protagoniste del film, preceduta alle 20.30 dalla presentazione del libro omonimo edito da Mondadori, già alla seconda ristampa e in uscita anche in Spagna e Germania. Nella stessa giornata, sempre al cinema Astra alle 18.30 si terrà una proiezione speciale ad inviti alla presenza delle amministratrici del Trentino, anticipata anch’essa (alle 18) dalla presentazione del libro. La pellicola rimarrà in tenitura al cinema Astra per una settimana.
È una vera e propria favola moderna ambientata tra le vette del Trentino la storia delle arzille frequentatrici del circolo pensionati “Il Rododendro”, già diventata un piccolo caso mediatico e cinematografico. In occasione del ventennale del centro, Erminia, la presidentessa, decide di indire una raccolta fondi per una nobile causa: quella di portare le sue “ragazze” al mare. Molte di loro sono nate e cresciute tra i monti, hanno passato la vita a prendersi cura di figli e mariti e del mare ne hanno solamente sentito parlare. Comincia così un’avventura che le vedrà cucinare torte da vendere in paese, posare da modelle per un calendario che farà concorrenza a quello dei pompieri e trasformarsi in esperte di crowdfunding per raggiungere, tra mille ostacoli, la loro meta. Risate, lacrime, gelosie, paure accompagnano le mille peripezie delle funne (donne in dialetto trentino), che le porteranno ben presto a un’inaspettata notorietà. Una storia vera per ricordarsi di non smettere mai di sognare, perché i desideri si possono realizzare a qualsiasi età: basta conservare l’entusiasmo, la curiosità e la voglia di vivere.

Il tour in sala delle funne continuerà il 20 gennaio al Kino di Roma, con una tenitura che continuerà fino al 4 febbraio. E ancora: si prosegue, sempre in Trentino, il 19 gennaio a Rovereto e il 28 e 29 a Tione, mentre il 3 febbraio ci si sposta al Cinema La Compagnia di Firenze. A partire da fine gennaio il film sarà in programmazione anche Bologna, Milano, Torino e Genova. Alle prime proiezioni nelle varie sale sarà presente la regista, che nell’occasione presenterà anche il libro.

E dopo aver realizzato il sogno di vedere il mare, le funne hanno un altro grande desiderio, conoscere Gianni Morandi e invitarlo alla prima del film!

NOTE DI REGIA

“Le ho incontrate per caso o loro hanno incontrato me – racconta Katia Bernardi – e mi sono innamorata delle ragazze che sognavano il mare. La maggior parte di loro, il mare non lo ha mai visto, se non in televisione o in qualche cartolina sbiadita. La loro vita è sempre stata lì, in quel piccolo paesino sperduto tra le montagne, con i mariti a lavorare in miniera, crescendo i figli a croste di polenta e a mungere vacche in gelidi inverni. Ma le ragazze che sognavano il mare hanno una cosa speciale, un’energia e una forza che deriva da quelle montagne dure che fanno paura solo a guardarle. Quelle montagne le hanno rese forti e indistruttibili e le hanno aiutate a non avere paura di nulla, a non aver paura dei propri sogni”.

“Funne – le ragazze che sognavano il mare” è prodotto da EiE film, Jump Cut con ReStart (Croazia) e Chocolat con il supporto di Trentino Film Commission, Hydro Dolomiti Energia, Discovery Italia, HRT Croazia, Croatian Audiovisual Center, Comune di Valdaone.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136