QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ecomusei e Provincia di Trento stringono un patto per valorizzare la cultura. L’attività va in Rete, disponibili 120mila euro

sabato, 16 maggio 2015

Pejo – Un passo avanti per valorizzare gli  ecomusei. La Provincia  ha stanziato 120mila euro all’anno e avviato un protocollo d’intesa. Un punto di partenza per lavorare meglio e condividere un programma di lavoro basato anche sul coordinamento delle iniziative, il tutto contando su risorse certe e su queste basi è stato firmato oggi presso l’assessorato alla cultura un protocollo d’intesa tra la Provincia autonoma di Trento e gli Ecomusei del Trentino. Vi hanno aderito l’Ecomuseo del Vanoi, Ecomuseo della Valle del Chiese “Porta del Trentino”, Ecomuseo della Judicaria “dalle Dolomiti al Garda”, Ecomuseo della Val di Peio “Piccolo Mondo Alpino”, Ecomuseo Argentario, Ecomuseo del Lagorai “Nell’antica giurisdizione di Castellalto”, Ecomuseo del Tesino, terra di viaggiatori, Ecomuseo della Valsugana “Dalle sorgenti di Rava al Brenta” e il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina di San Michele all’Adige, che hanno sottoscritto l’intesa con la Provincia.

“Si tratta – ha sottolineato l’assessore provinciale alla Cultura, Tiziano Mellarini - di uno strumento utile per valorizzare le tante, diverse, identità del Trentino. Gli ecomusei svolgono infatti un ruolo fondamentale sia in ambito sociale, come elemento di coesione e di coinvolgimento della popolazione, compresi i giovani, che di arricchimento della proposta dei territori anche a fini turistici. Da parte della Giunta provinciale c’è quindi una particolare attenzione per quello che fate”.

Consolidare l’attività di rete degli ecomusei, promuovere la collaborazione degli ecomusei con gli enti del sistema museale del Trentino e in particolar modo con il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, garantire il sostegno finanzival-di-pejo-4ario all’attività degli ecomusei e della rete: questi i principali obiettivi del protocollo. La Provincia si è impegnata a finanziare le attività degli ecomusei, con le modalità previste dalla legge provinciale sulle attività culturali, per un importo complessivo di 120.000 euro all’anno.

Il coordinamento della rete degli ecomusei è stato posto in capo al Servizio Attività culturali, tutti parteciperanno, con due rappresentanti nominati dalla rete degli ecomusei, agli eventuali organismi preposti al coordinamento e alla programmazione delle attività dei musei del Sistema museale Trentino.

Il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina collaborerà con gli ecomusei per quanto riguarda gli aspetti scientifici della loro attività per l’organizzazione di eventi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136