QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Darfo Boario Terme: dalla cerimonia sulla Battaglia di Nikolajewka alla Settimana della Memoria. Le iniziative

sabato, 23 gennaio 2016

Darfo Boario Terme – Prende avvio la “Settimana della Memoria” della Città di Darfo Boario Terme (Brescia). Nella presentazione – avvenuta in mattinata – sono stati presentati eventi consolidati e attesi e grandi novità. Questo il programma di “Generazione Cultura”, il grande contenitore di iniziative di carattere culturale.

Ezio Mondini sindacoDarfo

Con orgoglio e soddisfazione viene presentata la quarta edizione di questa grande rassegna che accompagna la cultura darfense da gennaio fino a giugno prossimo – ha dichiarato il sindaco, Ezio Mondini (nella foto) -. La raccolta di manifestazioni è il risultato della tenacia, dell’impegno e della perseveranza dell’assessorato alla Cultura che ha inteso seminare esperienze differenti per offrire spunti di riflessione e partecipazione con grandi risultati”.

Tanti gli eventi proposti, dal cinema al teatro alla musica, rivolti a giovani, famiglie, adulti. Iniziative per tutti i gusti.

Promuovere occasioni di incontro, di svago, di pensiero è un modo per aumentare la consapevolezza e rispondere a un bisogno reale -magari poco espresso ma fortemente presente- di trovare spunti per il dialogo e il confronto su temi più vari” , ha aggiunto l’assessore Giacomo Franzoni.

Infatti, il cartellone apre con la “Settimana della Memoria”, una raccolta di iniziative culturali che vuole riportare l’attenzione al tema della Shoa. “Anche se non in modo ufficiale, tutti gli eventi hanno un filo conduttore comune che parte proprio dalla Settimana della Memoria, ovvero dalla necessità di cambiare cercando nuove libertà e guardando dentro sé stessi”, continua l’Assessore di partita.anniversario

Il primo grande esempio è certamente il docu-film “Gli Zagabri” (regista: Chiara Francesca Longo -prodotto in collaborazione con l’Anpi, Associazione nazionale partigiani italiani e con il Comune di Aprica). La proiezione in visione al Cinema Garden con ingresso gratuito mercoledì 27 gennaio è tratta da una storia vera e narra le vicende di un gruppo di ebrei croati che, per fuggire alle atrocità della milizia nazista e croata, si rifugia nel paese valtellinese di Aprica. Qui, gli esuli vengono protetti dai contadini della zona che li ospitano e accolgono e, solo grazie al coraggio di questa gente semplice ma generosa, riusciranno a fugguire alla ferocia nazista.

Una storia molto vicina a noi sia geograficamente che concettualmente. Una storia simile alle tante che la nostra Valle ha vissuto – continua l’assessore Franzoni – Purtroppo, anche oggi ci troviamo ad accogliere più persone che fuggono dalla guerra e dalle atrocità e siamo chiamati a riflettere e non dimenticare che la violenza comunque e ovunque si manifesti può essere fermata anche con piccoli gesti cui tutti siamo chiamati. Una sorta di affermazione della solidarietà sociale e umana che oggi ci interroga”.

Il desiderio di cambiamento e di riaffermazione è tema dominante anche del concerto del coro Hope Singers “Per conoscere” (in programma per venerdì 29 gennaio presso il Centro Congressi-ingresso gratuito) che affida alla cultura fatta di racconti, musica e canti la sopravvivenza dell’identità di un popolo.

Il taglio è completamente diverso, ma i temi sono gli stessi – dichiara Giacomo Franzoni a proposito della terza serata dedicata al ricordo della Shoa - Infatti, anche la rappresentazione “Misericordia” che Lucilla Giagnoni porta in scena sabato 30 gennaio al Teatro San Filippo intende evidenziare come la beatitudine evangelica diviene valore fondante della comunità civile”.

Proprio in questa rete di valori condivisi trova spazio la commemorazione della Battaglia di Nikolajewka in programma domani (domenica 24 gennaio) a cura del Gruppo Alpini di Darfo che, insieme all’Associazione per il Museo degli Alpini ha organizzato una apertura straordinaria mercoledì 27 gennaio (Giornata della Memoria) con possibilità di visite guidate.

Cuore della rassegna rimane il Cinema d’autore che, in questa edizione, propone quattro pellicole la cui visione sarà preceduta dalla speciale presentazione di ospiti esclusivi e dalla giornalista di Radio Montecarlo, cittadina darfense, Daniela Ducoli.

La prima di queste, “Mustang” ripercorre i temi della libertà al femminile nel racconto della vita di quattro sorelle turche. Ospite d’eccezione: Simone Samuele Rizza, responsabile della Circoscrizione Lombardia di Amnesty International.

Il secondo film in programma è “La felicità è un sistema complesso” di Gianni Zanasi. Lo stesso regista presenterà la commedia in cui soltanto la mancanza di possesso o la gestione responsabile del ‘bene’ rendono possibile e coerente l’amore.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136