Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Breno, il programma della festa patronale di San Valentino

sabato, 9 febbraio 2019

Breno – Tornano la festa patronale di San Valentino a Breno e, come ormai da consuetudine, la serata che, da alcuni anni, l’Amministrazione comunale organizza per celebrare la cultura, l’arte e l’impegno dei giovani. Alla piacevole abitudine di passeggiare tra le bancarelle delle vie centrali il giorno del 14 febbraio viene da tempo affiancato un incontro serale scandito da vari momenti al Palazzo della Cultura di via Garibaldi. Il sindaco di Breno, Sandro Farisoglio, e l’assessore Lucia Botticchio, con accanto amministratori e organizzatori della festa patronale hanno illustrato (nella foto) il programma del 14 febbraio.

Breno -Comune - San ValentinoL’appuntamento più atteso, a partire dalle 20.15, sarà la proclamazione del vincitore del premio letterario San Valentino, giunto alla nona edizione e quest’anno dedicato al tema “L’Amore è… di cuori e di (ri)picche”. Sono stati molti anche quest’anno, 280 in tutto da gran parte dell’Italia, i racconti inviati alla segreteria organizzativa, con la giuria che ha lavorato sodo per scegliere i migliori lavori. La madrina, la camuna Carla Boroni – professore associato di Letteratura italiana contemporanea all’università Cattolica di Brescia – sta selezionando l’elaborato più bello tra i cinque segnalati: l’autore dovrà essere presente la sera del 14 febbraio per parlare del suo racconto.

Confermata la composizione della giuria, con il presidente Ugo Calzoni, così come a coordinare il premio e le iniziative è stato l’assessore Lucia Botticchio. Al primo classificato andrà, come sempre, un premio in denaro da mille euro, un quadro realizzato direttamente in sala dal pittore brenese Carlo Alberto Gobbetti e un soggiorno di una notte all’hotel Giardino per poter visitare il paese. Durante la serata Carla Boroni presenterà anche il suo libro “Donne di cuori, donne di picche”, che ha ispirato il tema del concorso letterario 2019.

L’altro momento forte della serata al Palazzo della Cultura sarà la tripla consegna delle borse di studio. La novità di quest’anno è il premio, istituito dell’Associazione per il formaggio Brè, ai neo laureati benesi che hanno conseguito la lode: un nuovo modo per riconoscere le giovani eccellenze del paese.

A seguire la borsa di studio voluta dall’Avis Breno e dalla famiglia alla memoria del dottor Lucio Marchi, ex direttore sanitario della sezione e già primario di rianimazione dell’ospedale di Esine. Saranno le figlie Elena e Laura a consegnare al migliore studente di Medicina di Breno il premio da 500 euro, che ricorda l’impegno e il valore del dottor Marchi. Infine il consigliere delegato Susanna Melotti, con il sindaco Sandro Farisoglio, attribuiranno le borse di studio San Valentino dell’Amministrazione comunale ai migliori studenti del paese, sia a quelli delle medie, sia delle superiori e dell’università.

A inizio serata nelle salette espositive del Palazzo sarà anche inaugurata la mostra delle opere d’arte realizzate dagli studenti dei licei artistici di Breno e Lovere, coordinati dagli insegnanti e dal pittore Gobbetti, sullo stesso tema del concorso letterario. L’esposizione sarà visitabile nell’orario di apertura della biblioteca sino al 2 marzo.

Numerosi anche i momenti religiosi proposti dalla parrocchia, tra cui la fiaccolata dall’oratorio sino alla chiesetta di San Valentino e le tante Messe celebrate sempre al santuario, appena fuori dall’abitato, nella giornata del 14.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136