Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Breno e Cedegolo, ecco i gioielli visitabili nelle giornate Fai di primavera

mercoledì, 21 marzo 2018

Cedegolo – Si avvicinano le Giornate di primavera del Fai (Fondo per l’ambiente italiano), giunte alla 26esima edizione, in programma sabato 24 e domenica 25 marzo anche in Valle Camonica con apertura dei gioielli a Breno e Cedegolo. Nella prima località sarà possibile visitare i seguenti beni: Castello; Casa Franceschetti, già Ronchi; Casa Romelli, ora Brichetti; Villa Ronchi; Villa De Michelis e Villa Gheza, mentre a Cedegolo saranno visitabili Musil, museo dell’energia idroelettrica; Chiesa di San Filastrio; Chiesa di San Gerolamo; Villa Simoncini e Casa Panzerini.

Musil Cedegolo 200

Le visite ai gioielli sono aperti a tutti e solo l’accesso al Musil, Museo dell’energia Idroelettrica di Cedegolo (nella foto) è a numero chiuso, quindi dovrà essere effettuata la prenotazione.

All’ingresso dei siti interessati verrà chiesto ai visitatori un contributo facoltativo, preferibilmente da due a cinque euro: le donazioni saranno destinati al sostegno delle attività istituzionali del Fai. Alle persone iscritte al Fai verrà riservato un trattamento particolare, saranno dedicate visite esclusive ed eventi speciali.

I gioielli della Valle Camonica saranno visitabili sabato 24 dalle 14 alle 18 e domenica 25 dalle 10 alle 18.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136